Sabato 06 Marzo 2010

Ale e Franz, pienone a Treviglio
e anteprima di un nuovo sketch

Pienone venerdì sera al PalaFacchetti di Treviglio per lo spettacolo di Ale e Franz: 2.500 persone hanno contribuito, attraverso l'acquisto del biglietto, all'attività dell'associazione La Melarancia, che si occupa di aiutare le prostitute rese schiave dal racket. La raccolta di fondi è stata promossa da Arci Provinciale di Bergamo con il Comune di Treviglio e l'organizzazione dell'agenzia Zodiak, in vista della Festa della donna dell'8 marzo.

Un'iniziativa lodevole per il duo notissimo al grande pubblico per la partecipazione al programma televisivo Zelig. Le aspettative degli spettatori erano alte e non sono state deluse: Ale e Franz hanno proposto gli sketch più famosi del loro repertorio: prima i Noir con la coppia di gangster Gin e Fizz e poi, accolta da un'ovazione, ha fatto il suo ingresso la panchina.

I dialoghi surreali tra i due comici al parco hanno strappato risate e applausi: persino una parola sbagliata ha dato il via a una serie di battute improvvisate che hanno coinvolto il pubblico fino alla fine dello spettacolo. Tra i due sketch si è esibito il trio Ale Ussi e Alfredo con due gag tratte dallo spettacolo «Finchè c'è morte c'è speranza», dove un improbabile terzetto costituito da una donna prepotente e rompiscatole, un personaggio lento e poco perspicace e un tipo un po' cinico (Sandro, già noto per la partecipazione a «Buona la prima» su Italia Uno), ha trasformato una cena al ristorante e una coda in un ufficio in momenti bizzarri dai toni surreali e grotteschi.

Ale e Franz hanno voluto regalare agli spettatori trevigliesi anche un'anteprima succulenta di un nuovo sketch che registreranno lunedì per la trasmissione Zelig. Ale, nei panni di allarmato paziente con un sospetto infarto, telefona a un numero di assistenza sanitaria a cui risponde un centralinista strampalato (Franz), che invece di dargli aiuto lo tempesta di domande assurde che non solo non lo aiuteranno, ma aumenteranno ancora di più la sua rabbia.

Nella seconda scenetta sempre Ale, innamorato appena lasciato dalla fidanzata, chiama un «pronto intervento amoroso» e trova dall'altro capo del filo ancora il centralinista Franz, che farà di tutto per non dargli conforto e cercare, anzi, di rubargli l'ormai ex fidanzata. A giudicare dalle risate, un'altra gag che riscuoterà grande successo anche tra il pubblico televisivo.

k.manenti

© riproduzione riservata