Lunedì 19 Aprile 2010

Il primo ciak a Oriocenter
del nuovo film di Ferrario

Oriocenter torna a trasformarsi in un set cinematografico. Il centro commerciale di Orio al Serio, lunedì mattina, è stato infatti protagonista del primo ciak per «Piazza Garibaldi», il nuovo film di Davide Ferrario che - dopo la commedia con musica di «Tutta colpa di Giuda» - ritorna al cinema documentario on the road.

La troupe cinematografica, per oltre un paio d'ore, si è mossa all'interno della galleria di Oriocenter con la macchina da presa per registrare, tra le duecento attività, alcune sequenze della nuova pellicola insieme al regista e a tre giovanissimi attori. «Piazza Garibaldi», scritto da Davide Ferrario e Giorgio Mastrorocco, nasce da un'idea di Marco Belpoliti. È diretto e prodotto dallo stesso Ferrario per Rossofuoco e Rai Cinema.

Partendo da Bergamo - che detiene il primato di volontari nella spedizione garibaldina - Ferrario ripercorre, dopo 150 anni, l'itinerario dei Mille attraverso un viaggio nella penisola italiana raccontando e testimoniando, con il nuovo film, l'importanza di Garibaldi e della sua storica impresa.

Perché la scelta di girare il primo ciak a Oriocenter? «È un posto grande, bello e l'archetipo dove oggi la gente si aggrega, si incontra, parla e sta - spiega il regista -. Facendo un documentario sull'Italia di oggi l'ho ritenuto un posto adatto per filmare delle situazioni dove la gente viene a vivere e a fare delle cose in maniera non malinconica». Martedì 20 aprile su L'Eco l'intervista esclusiva.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata