Fiera dei librai: 170 mila visitatori  Bergamo, venduti 1.400 libri al giorno

Fiera dei librai: 170 mila visitatori
Bergamo, venduti 1.400 libri al giorno

La 60ª Fiera dei librai Bergamo si chiude con un grande successo di pubblico: più di 170.000 visitatori e oltre 23.000 libri venduti in 16 giorni di manifestazione.

Grandi scrittori, nuovi talenti e storie del territorio: 117 incontri, 123 autori e un pubblico di quasi 12.000 persone alle presentazioni delle nuove uscite editoriali. In testa alla classifica delle vendite i libri per bambini e ragazzi, la narrativa e le occasioni a metà prezzo.

Si è conclusa con il Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri, la 60ª edizione della Fiera dei librai Bergamo, la più antica d’Italia. Un’edizione celebrativa dei sessanta anni di passaggio di testimone tra i librai indipendenti di Bergamo che anche quest’anno si conferma una delle rassegne di settore tra le più importanti a livello nazionale: più di 170.000 visitatori (10.000 in più rispetto alla precedente edizione) in 16 giorni di manifestazione e oltre 23.000 libri venduti (20.000 nel 2018), tra i 50.000 titoli di romanzi, saggi e volumi per ragazzi offerti ai bergamaschi.

Jhumpa Lahiri

Jhumpa Lahiri
(Foto by Gian Vittorio Frau)

Un risultato molto positivo quello della Fiera dei librai più antica d’Italia, organizzata da Promozioni Confesercenti, Sindacato italiano librai (Sil) e dalle librerie indipendenti aderenti a Li.Ber - Associazione librai bergamaschi. Elena Fontana, presidente di Confesercenti Bergamo: «Un bilancio molto positivo quello della 60ª edizione che nasce dall’entusiasmo dei librai indipendenti e da un programma di qualità. Siamo orgogliosi di riuscire ogni anno a dar vita ad un evento che, grazie anche al sostegno di tutte le Istituzioni e dei partner, contribuisce sempre più a promuovere la partecipazione dei bergamaschi alla vita culturale della città».

Antonio Terzi, Cartolibreria Nani e Presidente di Li.Ber Associazione librai bergamaschi: «Ogni anno al termine della Fiera siamo sempre più riconoscenti ai numerosi bergamaschi che apprezzano la manifestazione. Un successo di pubblico che conferma l’interesse per il libro e la lettura. La Fiera dà appuntamento al 2020 ma i librai indipendenti di Bergamo continuano il loro mestiere con professionalità e passione tutto l’anno, nelle librerie del territorio».

La redazione mobile de «L'Eco café» oggi alla Fiera dei librai

La redazione mobile de «L'Eco café» oggi alla Fiera dei librai

La manifestazione si è svolta come da tradizione nello storico Centro Piacentiniano di Bergamo, il Sentierone: l’elegante via di passeggio nel cuore della città che si è trasformata in una grande libreria estesa su 1.200 mq di spazio espositivo suddiviso in 6 aree tematiche (Narrativa, Editoria locale, Bambini e ragazzi, Manualistica, Saggistica, Occasioni) interamente dedicate al libro. In testa alla classifica delle vendite, l’offerta editoriale dedicata ai Bambini e Ragazzi, che in linea con la precedente edizione ha fatto registrare una richiesta di libri pari al 25% a conferma della tendenza nazionale in cui i libri per ragazzi sono meglio in salute degli altri generi editoriali; al secondo posto la Narrativa con il 22% (26% nel 2018); sul podio anche l’area dedicata alle Occasioni, con i libri scontati alla metà, che registra il 16,5% delle vendite (13% nel 2018); seguono le aree dedicate alla Saggistica con il 14% (13% nel 2018), e l’Editoria Locale con il 13% (12% nel 2018); chiude la classifica la Manualistica con l’11% (10% nel 2018) di richieste.

La classifica dei libri più venduti per area, conferma l’interesse per gli autori del panorama editoriale nazionale, internazionale e locale:
Bambini e Ragazzi
«Sei zampe e poco più» di Geena Forrest (Topipittori)
«Zuppa di sasso» di Anais Vaugelade (Babalibri)
«Fidanzati dell’inverno, l’attraversa specchi» vol. 1 di Christelle Dabos (E/O edizioni)

Narrativa
«Le parole di Sara» di Maurizio de Giovanni (Rizzoli)
«La gabbia dorata» di Camilla Lackberg (Marsilio)
«La ragazza di Marsiglia» di Maria Attanasio (Sellerio)

Saggistica
«Mente inquieta» di Massimo Cacciari (Einaudi)
«Il Novecento» vol. 2 di Vittorio Sgarbi (La Nave di Teseo)
«Da uomo a padre» di Alberto Pellai (Mondadori)

Editoria Locale
«Vivere è anche questo» di Francesca Cerami (Sestante)
«Ocio ai piocc» di Gisella Laterza (Lubrina)
«Guida alla Via Mercatorum» di Silvia Bonomi e Dimitri Salvi (Grafica e Arte)

Manualistica
«Magico potere del riordino» di Marie Kondo (Vallardi)
«Mille citazioni per tutte le occasioni» di N. Porro (Kiwi), Giappone
«The Passenger» di Aa.Vv. (Iperborea)

Un successo di partecipazione confermato anche dalle quasi 12.000 persone – più del 50% rispetto al 2018 (7.800 partecipanti) – che hanno seguito con interesse le 117 presentazioni di libri (102 l’anno prima), scrittori, piccoli editori, storie del territorio e dibattiti allo Spazio Incontri, in Sala Lettura, nell’Auditorium di Piazza della Libertà e in Aula Magna dell’Università degli Studi di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA