Lunedì 20 Dicembre 2010

La Belle Epoque al «Donizetti»
Per fine d'anno c'è «Hello, Dolly!»

La magica atmosfera della Belle Epoque, la scintillante New York di fine ottocento, una girandola inarrestabile di situazioni spassose, avventure rocambolesche, spettacolari colpi di scena e un finale sorprendente che metterà ogni cosa al suo posto. Sono questi gli ingredienti di uno dei più grandi musical americani di tutti i tempi: «Hello, Dolly!». San Silvestro e Capodanno a Bergamo si festeggieranno proprio con questo spettacolo e con l'operetta.

Il Teatro Donizetti replica la positiva esperienza dello scorso anno (allora toccò «Al cavallino bianco» di Ralph Bénatzky, nella versione diretta da Silvia Felisetti) e fa coincidere il debutto della rassegna 2010-11 dell'operetta con la fine/inizio anno: una sorta di augurio in forma teatrale, attraverso la commedia musicale per eccellenza, nell'edizione che Corrado Abbati ha adattato e diretto con la sua Compagnia di Operette. Lo spettacolo avrà inizio alle 20, in replica sabato 1 gennaio alle ore 17 (Info: www.teatrodonizetti.it, tel. 035-4160678).

Storia comica e piacevole, la protagonista assoluta è Dolly Levi, la vedova che fa la sensale di matrimoni e vuole tornare ad accasarsi. Attorno a lei numerosi brillanti personaggi: Orazio, l'avaro commerciante su cui lei ha messo gli occhi; sua nipote Ermengarda e lo squattrinato pittore Ambrogio; i suoi commessi Barnaby e Cornelio; la bella modista Irene e la sua amica Minnie.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata