Caravaggio, «Una vita dal vero»
Mostra a Roma: documenti inediti

Apre venerdì 11 febbraio, a Sant'Ivo alla Sapienza, sede dell'Archivio di Stato di Roma, la mostra «Caravaggio a Roma. Una vita dal vero» (fino al 15 maggio 2011). Una mostra concepita nell'ambito delle iniziative per il IV Centenario della morte del Merisi.

Caravaggio, «Una vita dal vero» Mostra a Roma: documenti inediti

Apre venerdì 11 febbraio, a Sant'Ivo alla Sapienza, sede dell'Archivio di Stato di Roma, la mostra «Caravaggio a Roma. Una vita dal vero» (fino al 15 maggio 2011). Una mostra concepita nell'ambito delle iniziative per il IV Centenario della morte del Merisi (1571-1610), che espone, tra l'altro, carte originali, in larga parte inedite, restaurate e conservate presso l'ente citato.

Documenti che gettano nuova luce sul periodo romano della vita del Caravaggio (1595/96-1606) e consentono aggiustamenti e approfondimenti biografici significativi. Non è molto che dall'Archivio si era levato un allarme sullo stato di degrado dei trenta volumi di carte relative al soggiorno romano del pittore, bisognose di urgente restauro, causa l'acidità degli inchiostri piombati, allora in uso, che corrodono il supporto.

Ora quel restauro è stato effettuato grazie all'intervento di numerosi sponsor: banche - l'orobica Fondazione Credito Bergamasco ha contribuito alla realizzazione della mostra -, aziende, laboratori universitari, ma anche la Federazione Italiana Tabaccai, una ditta di autoservizi di Moncalieri, privati cittadini, gente comune, sopravvivenze di un'Italia «improbabile», nascosta, invisibile, che ancora ha cuore il suo immenso patrimonio storico-artistico e culturale.

Cittadini come l'ottantenne professor Giovanni Pezzola, da Brescia, che, richiedendo espressamente che il lavoro fosse fatto alla svelta, per poterne vedere i risultati, ha contribuito al restauro del registro in cui è annotata la vicenda di una delle famose liti scatenate dal Merisi.

Sedutosi a un tavolo dell'osteria della Maddalena (secondo altri del Moro), vicino al Pantheon, il pittore ordina un piatto di carciofi. Il garzone li porta, alcuni cotti all'olio, altri al burro. Caravaggio chiede quali siano gli uni e quali gli altri, il garzone risponde, forse insolentemente, che per capirlo basta odorarli. L'artista, proverbialmente irascibile, lancia il piatto di carciofi in faccia al malcapitato, e poi lo insegue a spada tratta per tutto il locale.
 
Date della mostra: da oggi al 15 maggio 2011. Orari: tutti i giorni dalle ore 9 alle 18,30, ultimo ingresso alle ore 17,45. Ingresso: 8 euro con visita guidata gratuita. Infoline e prenotazioni: tel. 06.66134.51 www.biglietto.it. Informazioni: www.mondomostre.it .

© RIPRODUZIONE RISERVATA