Lunedì 26 Settembre 2011

Orobie si rifà il look on line
ed è sempre più vicino ai lettori

È qualcosa a metà strada tra un facebook in quota e un rifugio vero. Filo conduttore: la passione per la montagna, l'ambiente e il paesaggio lombardo. È on line il suo nuovo sito del mensile Orobie, all'indirizzo www.orobie.it, realizzato grazie al fondamentale contributo di Italcementi Group e Credito Bergamasco – si presenta come una novità nel panorama del web e dell'editoria multimediale.

L'impostazione, in stile «social network» si fonde infatti con un mondo – quello di Orobie appunto – che ruota attorno al bello, alla natura e in particolare all'universo prealpino. «L'idea – ha spiegato il direttore della rivista Pino Capellini durante la conferenza stampa di presentazione – è continuare a coltivare il profondo legame con i nostri lettori, coinvolgendo nuovi amici affinché ci raccontino le loro escursioni, ci mandino le loro immagini. La finalità è quella di sempre: la conoscenza del bello e del territorio, nella convinzione che così facendo si riesce anche a promuoverlo e a tutelarlo».

«Il sito – ha sottolineato Massimo Cincera, amministratore delegato del gruppo Sesaab al quale Orobie appartiene – è solo il primo tassello di un progetto più ampio che intende, attraverso eventi e iniziative, promuovere la conoscenza dei luoghi e dell'ambiente che ci circonda. Non una community virtuale fine a se stessa, ma una grande famiglia in grado di condividere le proprie passioni sul territorio». Come funziona il sito? Molto semplice: dopo la registrazione, si potranno inserire tutte le informazioni sulle proprie escursioni corredandole con mappe, ma soprattutto accompagnandole con immagini.

Dedicata agli appassionati di fotografia è anche la sezione «Click di Orobie» che, partendo dalla storica rubrica del mensile, consentirà a tutti gli aspiranti reporter di caricare nel sito tutte gli scatti che desiderano: alla redazione il compito di selezionarli e pubblicare i migliori su Orobie. Il sito rappresenterà infatti l'occasione per alimentare un rapporto già saldo, oltre che con gli utenti, anche con i lettori. Un'occasione per colloquiare, offrire informazioni utili come il meteo o le webcam, avvalendosi anche della competenza del Cai di Bergamo.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata