Venerdì 04 Novembre 2011

«Pink Floyd Random»
Sabato c'è il «Pavlova Ballet»

Grande novità della stagione teatrale 2010-2011, La Casa delle Arti, stagione del Teatro Sociale di Città Alta, secondo palcoscenico storico per Bergamo, torna al proprio pubblico per il secondo anno consecutivo.

In un solo fine settimana (sabato 5 novembre alle ore 21.00) inanella due diversi appuntamenti:

- Pink Floyd - Random della «Pavlova International Ballet Company»
Per vedere la diretta, clicca qui

- Scaramuccia della Compagnia Théâtre dell'Arte (domenica 6 novembre alle ore 16.30).

Si tratta, rispettivamente, del primo appuntamento della rassegna di Danza e primo appuntamento della rassegna di Commedia dell'arte e Nuovo teatro popolare, con cui la stessa Casa delle Arti inaugura il proprio secondo cartellone.

Il disegno artistico, voluto, promosso e realizzato dall'Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Bergamo prevede, infatti, diversamente da quando accade con la programmazione del Donizetti, la contemporanea organizzazione di diverse rassegne (lo scorso anno 9, quest'anno 10) ognuna delle quali dedicata a un  particolare filone artistico.

Si va appunto dalla danza al teatro per ragazzi e  famiglie, ai rapporti tra teatro e media (nuova la rassegna dedicata ai rapport i tra teatro e radio e televisione), oltre che tra teatro e nuove tecnologie; dal teatro ecologico (da quest'anno rassegna autonoma e non più costola della rassegna di teatro per ragazzi) al teatro delle tradizioni e al circo-teatro; dai legami del teatro con la fede ed il pensiero (il Sociale ospita parte del cartello ne di Molte fedi sotto lo stesso cielo) alle produzioni contemporanee di tante compagnie emergenti (presenti in Bergamo in occasione del Fringe Festival Luoghi Comuni, una quattro giorni dedicata al Teatro contemporaneo che ad inizio marzo invaderà la Città, oltre che in occasione degli spettacoli proposti dalla rasseg na Teatro Vivo).

Le rassegne non si susseguiranno semplicemente, ma, intersecandosi tra loro, com porranno in modo diversificato ed originale l'anno artistico del Sociale stesso,  in collaborazione con diverse realtà del territorio, che riconoscono ora la pro pria dimora proprio nel Teatro Sociale.

In allegato tutti i dettagli

r.clemente

© riproduzione riservata