Mercoledì 29 Febbraio 2012

L'ultimo saluto a Guidotti
Giovedì i funerali in Sant'Anna

Giovedì alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Sant'Anna in Bergamo si celebreranno i funerali dello scultore e pittore Ferruccio Guidotti. Questi si accostò all'arte sin da bambino, si formò con Remuzzi e Barbieri alla Carrara e apprese l'arte del legno e dello sbalzo negli studi di Alessandro Gritti e Costante Coter. Esordì nei primi anni '50, in personali in gallerie italiane e collettive quali le Biennali nazionali di Milano e Verona, la Mostra dell'agricoltura di Roma (1953), l'Esposizione internazionale di arti figurative a Torino (1953-57), le Biennali di arte sacra di Bologna, Milano e Caltanissetta (1954-56, 1961-63), la settima Quadriennale di Roma, quella di Torino e la Mostra nazionale del bronzetto di Padova ('55), le Mostre del disegno contemporaneo di Rovereto ('59) e di artisti italiani a New York ('65).

Molte sue opere sono conservate in collezioni private e sedi pubbliche, come i monumenti a Selvino, Pradalunga, Albegno e Sondrio, i busti al Teatro Donizetti e dinanzi alla Carrara, le medaglie in Vaticano e per l'Atalanta; le molte opere d'arte sacra, tra cui sbalzi a Brembo e Costa Imagna, ostensori, altari, portali e vetrate a Nese, Fiorano al Serio e Clusone, bassorilievi e statue al Museo nazionale di Assisi, a Gazzaniga, Pradalunga, Valbrembo e Valtrighe, nei cimiteri di Busto Arsizio, Gandino e soprattutto Bergamo.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata