Il weekend di Bergamoscienza
Sul palco anche due premi Nobel

Prosegue la X edizione di BergamoScienza con grande successo di pubblico (nel primo fine settimana 18.000 presenze). Numerosissimi gli eventi. In programma conferenze, spettacoli, concerti, laboratori, mostre, aperti al pubblico di ogni età.

Il weekend di Bergamoscienza Sul palco anche due premi Nobel

Prosegue la X edizione di BergamoScienza con grande successo di pubblico (nel primo fine settimana 18.000 presenze). Numerosissimi gli eventi. In programma conferenze, spettacoli, concerti, laboratori, mostre, aperti al pubblico di ogni età.

Per il secondo weekend, sabato 13 e domenica 14 ottobre, al Teatro Sociale sono attesi ben due Premi Nobel e scienziati di fama mondiale. Tra questi il discusso “papà” della pecora Dolly, Ian Wilmut e il premio Pulitzer per la scienza, Deborah Blum. Tratteranno gli argomenti più attuali e controversi che animano le discussioni scientifiche e culturali contemporanee.

SABATO 13 OTTOBRE
La giornata si aprirà alle 9.30 con la conferenza “COSI' LA BOLLA FINANZIARIA NASCE NEL NOSTRO CERVELLO: ecco i nuovi segreti della neuroeconomia” nella quale saranno presentati i risultati della neuroscienza decisionale, che combina metodologie proprie degli esperimenti psicologici con tecniche di imaging cerebrale funzionale e modelli economici formali. I neuroscienziati Alan Sanfey (Università dell'Arizona) e Matteo Motterlini (Università Vita-Salute San Raffaele di Milano) dimostreranno come nel processo decisionale, i fattori psicologici siano fondamentali quanto le motivazioni finanziarie.

Alle 11.30 il neurobiologo dell'università di Cambridge Simon Laughlin, nella conferenza “COSA RENDE IL CERVELLO EFFICIENTE DAL PUNTO DI VISTA ENERGETICO?” cercherà di rispondere a una serie di quesiti riguardanti il funzionamento di quella scatola delle meraviglie - come l'ha definita Edoardo Bonicelli, genetista e presidente di BergamoScienza. Il cervello umano consuma quanto una lampadina ma è in grado di dare prestazioni superiori a quelle di un computer: Com'è possibile tutto ciò? Può il cervello sviluppare ulteriori potenzialità o ha raggiunto il culmine della sua crescita?

Lo scienziato inglese Ian Wilmut, assurto alle cronache mondiali per la clonazione riuscita di una pecora a partire da cellule somatiche adulte nel 1997,terrà alle ore 15 la conferenza“ IL CONTRIBUTO DELLA COLONAZIONE ALLA RICERCA BIOMEDICA E ALLA MEDICINA RIGENERATIVA”. Ci parlerà dei suoi esperimenti di clonazione terapeutica sugli animali e di come questi studi abbiano portato allo sviluppo di un metodo di produzione di cellule staminali pluripotenti. Tante le sfide della medicina rigenerativa. Una delle più promettenti riuscire, un giorno, a creare in laboratorio “pezzi di ricambio” per sostituire organi malati.

Altro imperdibile appuntamento alle 17 con la conferenza “ COME CI DIFENDIAMO?”. Bruce Beutler, Premio Nobel per la Medicina nel 2011, esporrà risultati dei suoi studi sul sistema immunitario: dalle prime linee di difesa che entrano in gioco non appena si presenta una minaccia esterna , alle cellule che successivamente entrano in azione per “ricordare” i nemici dell'organismo, fino ad arrivare alle ipotesi di vaccini che potrebbero spingere il sistema immunitario ad aggredire minacce interne quali le cellule tumorali.

DOMENICA 14 OTTOBRE Alle ore 9.30, “FUKUSHIMA: la sicurezza nelle centrali nucleari”. Si torna a parlare del terremoto e del conseguente tsunami che ha colpito il Nord del Giappone nel Marzo 2011, insieme al fisico di medicina nucleare Pat Zanzonico (Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, New York). Questo evento catastrofico sarà messo a confronto con quelli accaduti a Chernobyl e Three Mile Island per dimostrare la relazione che intercorre tra il rilascio di radioattività nell'ambiente e l'incidenza di tumori ipossici e gravi malattie.

Il demografo Giampiero Della Zuanna nella conferenza “ COSE DA NON CREDERE, IL SENSO COMUNE ALLA PROVA DEI NUMERI” alle ore 11.30, affronterà il tema della crescita demografica evidenziando la necessità di smontare i pregiudizi e le descrizioni sommarie per valutare i rapporti con gli altri sulla base del “buon senso” e non del “senso comune”. “DAL MANUALE DELL'AVVELENATORE: cocktail al cianuro”. Questo il titolo evocativo della conferenza di Deborah Blum, prima giornalista scientifica donna ad aver vinto il premio Pulitzer per la Scienza.

Alle 15 la Blum ripercorrerà la storia dei veleni. Prima dell'800 i veleni erano l'arma più comoda e diffusa per un silenzioso omicidio. Poi, in seguito alle scoperte chimiche dell' 800, la tossicologia ha raggiunto lo statuto di scienza vera e propria. Oggi è un'alleata indispensabile della polizia nella risoluzione di complicati casi criminali. Anche quest'anno si rinnova la collaborazione con “Contaminazioni Contemporanee” che presenterà importanti musicisti italiani e stranieri.

Domenica 14 ottobre alle 21 Enrico Rava, uno dei più grandi jazzisti contemporanei, si esibirà al Palacreberg di Città Bassa con Rava on the dance floor. Il trombettista triestino, affiancato da un ensemble di undici elementi, renderà omaggio con il suo talento alla musica di Michael Jackson reinterpretando alcuni dei grandi successi del Re del Pop. Ricordiamo che è consigliata la prenotazione: [email protected]

Il programma completo è disponibile sul sito www.bergamoscienza.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA