Giovedì 16 Maggio 2013

Due collezionisti bergamaschi
aprono le loro porte al pubblico

Il patrimonio artistico di Bergamo nasce dalle collezioni: «È un elemento che fa parte del dna della nostra città», sottolinea Paola Tognon. Tognon è la curatrice del progetto «Collezione passione», che si concretizza ogni anno nell'apertura di due collezioni al pubblico in occasione di ArtDate, manifestazione d'arte contemporanea promossa da The Blank, che quest'anno si svolge da venerdì 17 al domenica 19 maggio.

Quest'anno saranno le case di Claudia e Giulio Pandini, presidente del Gamec Club (sabato alle 10,30), e Diego Bergamaschi (stesso giorno, ore 14,30) ad aprire le porte ai visitatori, su prenotazione, al numero 035-19903477, e-mail [email protected]

Un'occasione da non perdere, «molto significativa, come segno di apertura e di accoglienza - spiega Paola Tognon -. Ma, la di là di queste giornate straordinarie, il progetto nasce come approfondimento del rapporto tra l'arte e la città. Al di là della curiosità c'è il desiderio di scoprire come nascono le grandi collezioni d'arte bergamasca, e in particolare d'arte contemporanea».

Paola Tognon ha preparato un questionario rivolto a tutti i collezionisti coinvolti fino ad ora nel progetto di ArtDate. «Mi interessa capire quali sono le motivazioni che spingono a collezionare arte, e in particolare l'arte di oggi».

Leggi di più su L'Eco di giovedì 16 maggio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata