Martedì 26 Novembre 2013

90 anni fa crollò la diga del Gleno

Se ne parla stasera a Bergamo Tv

Dezzo di Scalve, quel che rimase dopo il crollo della diga del Gleno

Sabato 1 dicembre 1923, ore 7.15, crolla la diga del Gleno in valle di Scalve, ed e’ distruzione e morte. A 90anni di distanza nell’approfondimento giornalistico settimanale “Bergamo in diretta”, questa sera a partire dalle 20.45 su Bergamo Tv, verranno ricordati quei momenti drammatici.

Lo si farà attraverso le testimonianze di alcuni sopravvissuti. I loro racconti aiuteranno a capire dolori, sofferenze e ingiustizie subite negli anni della costruzione della diga. Lo si fara’ con la musica di Tiziano Incani “Il Bepi. Il cantatutore bergamasco eseguirà alcuni brani che ripercorreranno quanto accaduto in valle di Scalve negli anni della tragedia. E in chiusura riproporrà la canzone “Gleno”.

Un disastro raccontato anche grazie al monologo che il giornalista e scrittore Emanuele Turelli ha messo in scena, proprio alla piana del Gleno, il 6 agosto del 2011.

E poi le riflessioni degli ospiti in studio: Gianmario Bendotti, assessore alla Cultura della Comunita’ montana della valle di Scalve; Angelo Bendotti, presidente dell’Isrec di Bergamo; Maurizio Capitanio, Vicario dell’Istituto comprensivo delle scuole della valle di Scalve e Ilaria Lanfranconi che ha curato la mostra, una delle tante iniziative con le quali la comunita’ scalvina ricordera’ quei giorni terribili.

Si cercherà di ricordare cosa fu quel disastro e cosa rappresenta ancora oggi. Nel tentativo di far si che quel che resta della diga non sia semplicemente un qualcosa di “tragicamente turistico”, ma che ci porti a riflettere su quanto accaduto quando, nelle nostre escursioni, ci troviamo di fronte a questo gigante ferito frutto della follia dell’uomo. Appuntamento con “Bergamo in diretta” alle 20.45 su Bergamo Tv.

© riproduzione riservata