A Bergamo arriva «Mondovisioni»  I documentari di Internazionale al cinema

A Bergamo arriva «Mondovisioni»
I documentari di Internazionale al cinema

Dal 9 maggio al Cinema del Borgo verranno proiettati 6 film documentari della rassegna dedicata a temi dell’attualità, diritti umani e informazione della rivista «Internazionale».

Arriva anche a Bergamo Mondovisioni, la rassegna di film dedicata a temi dell’attualità, diritti umani e informazione della rivista Internazionale. A partire dal 9 maggio, ogni giovedì al Cinema Teatro del Borgo, sono in programma i film della proposta di documentari per l’edizione 2018/19. I 6 titoli selezionati raccontano la complessità del mondo che ci circonda: storie senza filtri che ci riguardano, emozionanti, profonde, esemplari. A febbraio scorso, sull’onda degli accadimenti politici in Venezuela è stato proiettato El país roto di Melissa Silva Franco, anteprima di presentazione della rassegna e viaggio in uno dei paesi più profondamente in crisi dell’America del Sud.

Ma la rassegna vera e propria parte il 9 maggio con il film Eurotrump di Stephen Robert Morse e Nicholas Hampson, con focus sull’ondata globale populista e settaria con cui facciamo i conti quotidianamente. Il film racconta il ruolo chiave a livello europeo del populista olandese Geert Wilders. A introdurre la serata il prof. Paolo Barcella, docente di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Bergamo.

mondovisioni

mondovisioni

Il 16 maggio con Under the Wire di Chris Martin sul grande schermo va un omaggio al miglior giornalismo mondiale con il ritratto della leggendaria reporter di guerra del Sunday Times Marie Colvin, caduta nel 2012 nel massacro della città siriana di Homs. La serata sarà introdotta da un intervento di Chiara Gervasoni e Sara Bonzi, studentesse di Unibg for Equality, gruppo attivo presso l’Università degli Studi di Bergamo per promuovere attività di riflessione sulle tematiche di uguaglianza e parità.

Il 23 maggio l’attenzione si sposta sulla Repubblica Democratica del Congo con Kinshasa Makambo di Dieudo Hamadi, che celebra il coraggio dei giovani che lottano per un cambio di potere e libere elezioni. A introdurre la serata Elena Bernardi e Giulia Serravalle di Unibg for Equality.

Penultimo appuntamento il 30 maggio con un film che mostra il lavoro di reclutamento in Europa da parte degli islamisti radicali, Recruiting for Jihad, di Adel Khan Farooq e Ulrik Imtiaz Rolfsen, è un documentario che esplora l’ideologia Jihadista e propone al contempo una riflessione sulla libertà di informazione. Chiara Gervasoni e Sara Bonzi, di Unibg for Equality, presentano il film con un intervento introduttivo.

A conclusione della rassegna, giovedì 6 giugno, Whispering Truth to Power di Shamela Seedat ci porta in Sudafrica a conoscere la straordinaria giudice Thuli Mandosela e la sua battaglia contro la corruzione. Anche per questo film è prevista una lettura introduttiva a cura di Elena Bernardi e Giulia Serravalle di Unibg for Equality.

Il programma:
Giovedì 9 maggio Eurotrump
È una delle figure di punta della nuova destra europea. Antieuropeista e noto per le sue posizioni contro l’islam, vive sotto scorta da dodici anni. Un ritratto esclusivo dell’olandese Geert Wilders, seguito nella campagna elettorale del 2017, mentre si candida alla guida del paese. In quelle elezioni il suo Partito per la libertà è arrivato secondo, e la stampa ha parlato di sconfitta del populismo. Ma le idee di Wilders e la sua retorica incendiaria hanno da tempo superato i confini dei Paesi Bassi, imponendosi nel dibattito politico europeo e non solo.

Giovedì 16 maggio Under the Wire
Nel febbraio 2012 due giornalisti britannici entrano clandestinamente in Siria: sono la leggendaria corrispondente di guerra del Sunday Times Marie Colvin e il fotoreporter Paul Conroy. Il loro obiettivo è documentare la tragedia dei civili intrappolati nella città di Homs, assediata dall’esercito siriano. Under the Wire racconta con il ritmo di un thriller l’incredibile storia della loro ultima missione, avvalendosi di immagini inedite e delle testimonianze dei protagonisti: “Questa non era la guerra che io e Marie conoscevamo, questo era un massacro”.

Giovedì 23 maggio Kinshasa Makambo
Christian, Ben e Jean-Marie si battono da anni per un cambiamento politico e libere elezioni nel loro paese, la Repubblica Democratica del Congo. Ma dopo due mandati il presidente Joseph Kabila non vuole cedere il potere. Come cambiare il corso degli eventi? Unendo le forze con il vecchio leader del partito di opposizione? Il dialogo è possibile o bisogna puntare a una sollevazione popolare, con il rischio di un bagno di sangue? Kinshasa Makambo ci immerge senza filtri nella lotta dei tre attivisti, che né i proiettili né la prigione né l’esilio sembrano in grado di fermare.

Giovedì 30 maggio Recruiting for Jihad
Per tre anni l’estremista islamico norvegese Ubaydullah Hussain ha dato ai registi un accesso senza precedenti alla sua vita quotidiana e alle sue attività. Fino a quando, nell’aprile 2017, Hussain è stato arrestato per aver arruolato volontari per conto del gruppo Stato islamico e organizzato il loro viaggio in Siria. La polizia ha sequestrato anche il materiale girato e per i due registi è cominciata una battaglia giudiziaria. E il film, nato per esplorare l’ideologia jihadista, si trasforma in una riflessione sulla libertà d’informazione.

Giovedì 6 giugno Whispering Truth to Power
Il compito della public protector sudafricana Thuli Madonsela è tutelare i cittadini dagli abusi e dalla corruzione nella pubblica amministrazione. Dopo aver messo sotto accusa il presidente Jacob Zuma per uso illegale di fondi statali, Madonsela affronta ora la sfida più impegnativa della sua carriera: indagare – tra proteste, minacce e denunce – sui legami tra il presidente e una potente famiglia di imprenditori sospettati di comportamenti illeciti. Whispering Truth to Power documenta l’ultimo anno in carica di Madonsela e traccia il ritratto non solo di una donna straordinaria ma anche di un paese che lotta per restare fedele ai suoi ideali di libertà e democrazia.

Organizzato da: Cinema Teatro del Borgo – SAS Bergamo. Ore 21.00 proiezioni precedute da presentazioni a cura di: Unibg for Equality. Ingresso 5,50 – 5,00 euro Cinema del Borgo – via Borgo Palazzo 51 – Bergamo


© RIPRODUZIONE RISERVATA