Venerdì 06 Giugno 2014

A Trescore c’è Infestado
Artisti emergenti in scena

La Bantu Band
(Foto by Manzoni Foto)

Tre giorni per divertirsi, scoprire e conoscere artisti emergenti del territorio: a Trescore Balneario va in scena «L’altro festival» di Infestado, iniziativa che da nove anni è un palcoscenico itinerante per artisti emergenti e un’occasione per i giovani e le associazioni della Val Cavallina di rendersi protagoniste sul territorio.

Dopo diverse tappe in provincia, l’edizione 2014 approda venerdì 6 giugno all’Oratorio San Giovanni Bosco per il momento centrale dell’anno; fino a domenica Infestado ospiterà concerti, esposizioni, incontri e altro. Al centro di questo festival il tema della diversità e della conoscenza dell’altro: l’iniziativa è nata con il progetto «L’altro siamo noi», che per un anno ha visto i giovani delle realtà attive sul territorio della Val Cavallina e zone limitrofe confrontarsi sui temi della diversità e dell’integrazione.

Il festival itinerante da 9 edizioni mette al centro la creatività degli artisti emergenti, senza costi d’iscrizione e senza fine di lucro. Non è un concorso dunque, ma un catalizzatore di esperienze artistiche diverse caratterizzate da qualità, passione e originalità.

Ovviamente la musica è la protagonista principale e dopo i concerti sui palchi del Live Club di Trezzo e dell’Edonè di Bergamo, Infestado alza il volume con un mix di band di generi e mondi musicali diversi. Si comincia venerdì 6 giugno a partire dalle 20,30 con i ritmi e le danze della Bantu Band e della loro musica africana moderna: il concerto sarà arricchito da show di ballerini e dalle rime di un rapper di origine africana.

Sabato spazio a due band dai linguaggi diversi ma accomunati dalla stessa energia: da un lato il rap’n’roll dei Plug, freschi dell’uscita del loro nuovo album intitolato «Immobile», dall’altro il rock alternativo con sfumature pop degli Airacomet, formazione brianzola emergente che a Trescore presenterà il suo singolo di debutto «7 volte». Domenica gran finale all’insegna dell’incontro tra band italiane che cantano in inglese: i bergamaschi Kingshouters, recentemente selezionati da Mtv come una delle novità più interessanti dell’ultimo anno e passati su Radio 2 e Radio Deejay, e i Down To Ground, band trevigiana multietnica .

© riproduzione riservata