Bergamo celebra Sant’Alessandro Il programma delle iniziative

Bergamo celebra Sant’Alessandro
Il programma delle iniziative

La Fraternità è stata scelta quest’anno per celebrare Sant’Alessandro. Dal 21 al 31 agosto la città sarà coinvolta nelle celebrazioni del suo patrono, grazie a numerosi eventi e iniziative – fra momenti di spettacolo, riflessioni religiose, nonché di vera e propria festa – promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo e dalla Diocesi, in collaborazione con numerose associazioni e istituzioni civili e religiose del territorio.

Dopo la Misericordia, la Gratitudine, il Coraggio, la Speranza e l’Umiltà degli anni scorsi, la Fraternità, più che una virtù, è un valore universale che racchiude amicizia, generosità, relazione, vicinanza all’altro, solidarietà, principi fondamentali per il buon vivere di una comunità.

Il concerto in cattedrale: «Armonie per l’amicizia»

Jean-Paul Imbert

Jean-Paul Imbert

La musica, universale quanto la fraternità, costituisce il fulcro dei festeggiamenti la sera del 26 agosto (Duomo, ore 21): Armonie per l’amicizia, un concerto per tromba e organo curato dal Festival Organistico Internazionale “Città di Bergamo”, porterà in città due fuoriclasse della musica contemporanea. Guy Touvron, considerato il più grande trombettista vivente, e Jean-Paul Imbert, affermato organista a livello mondiale, hanno scelto per questa occasione un programma che abbraccia due secoli di storia musicale, con un prezioso momento di improvvisazione in duo che farà apprezzare al pubblico questa antica arte. Un inno all’amicizia fra i paesi e i popoli, in nome della solidarietà e dell’uguaglianza fra le genti, sempre più necessarie in un’epoca così sorda all’accoglienza.

Guy Touvron

Guy Touvron

Itinerari fra chiese e monasteri

Da anni rivestono un particolare significato le riflessioni che, nei giorni precedenti la festa del patrono, si tengono in chiese e monasteri, luoghi densi di fascino e storia. La novità di quest’anno sta nella scelta di relatori d’eccezione: i racconti di Maria Teresa Brolis, Alessandro Ghisalberti e Mario Fiorendi saranno non solo occasione di raccoglimento personale per i credenti ma anche motivo di interesse per gli appassionati di storia. La prof.ssa Brolis racconta il 21 agosto nella Chiesa di Sant’Alessandro in Captura delle presenze francescane a Bergamo nel medioevo, mentre il 22 agosto nella Chiesa di Matris Domini affronta il tema dei domenicani e della MIA. Presso la Chiesa del Monastero di San Benedetto, il 23 agosto, il prof. Ghisalberti introduce al tema dell’amicizia e della pace nella vita monastica, mentre il prof. Fiorendi, il 24 agosto, presso il Monastero benedettino di Santa Grata, parlerà dell’Appello ai liberi e forti. Tutti gli appuntamenti iniziano alle 20.45.

Arte contemporanea e teatro

Anche l’arte contemporanea è stata chiamata a riflettere sul tema. Together è una piccola mostra curata dai Dipartimenti Educativi della Fondazione Adriano Bernareggi che trasforma le pareti dell’ex Ateneo di Città alta in uno splendente santuario di amicizia, dove uomini e donne dipinti su una coperta isotermica – quella usata per dare conforto a vittime di incidenti stradali e migranti – confermano l’urgente necessità delle relazioni tra essere umani, vero antidoto alla solitudine moderna (dal 24 agosto all’1 settembre). Il 26 agosto, apertura straordinaria della mostra di Jenny Holzer a Palazzo della Ragione (dalle 11 alle 23): le installazioni luminose della celebre artista americana, per la prima volta a Bergamo grazie a GAMeC, toccano tematiche significative, celebrando il dialogo tra persone e popoli come pratica essenziale di civiltà.

Chiude il calendario di Sant’Alessandro La Passione secondo i nemici, inserito nella programmazione del deSidera festival (31 agosto, Basilica di Sant’Alessandro in Colonna, ore 21). Lo spettacolo mette in scena i protagonisti “negativi” della passione, Erode, Pilato e Caifa, immaginando come ciascuno di loro abbia risposto e reagito allo sguardo e all’incontro con Gesù.

Musica

La musica sarà protagonista in tanto luoghi della città. Il Corpo Musicale “Elia Astor” di Nese si esibisce nel magnifico contesto della valle di Astino (26 agosto, ore 21), mentre la Basilica di Santa Maria Maggiore ospita Luigi Ricco nell’ambito della rassegna “L’organo della Basilica” (25 agosto, ore 18).

I campanari bergamaschi allieteranno le strade e le vie con i loro suoni di festa. Domenica 25 agosto dalle 15.30 alle 17.45 tutti campanili della città, a partire dalla Torre Civica e della Cattedrale di Sant’Alessandro, suoneranno insieme, mentre il 26 agosto il castello di dieci campane si produrrà in cinque concerti in altrettanti spazi cittadini (dalle 11.30 alle 20).

Arte e patrimonio

Sant’Alessandro è anche occasione per scoprire o riscoprire il nostro patrimonio artistico e culturale. Sabato 24 e domenica 25, apertura straordinaria dalle 20 alle 22 della Basilica di Santa Maria Maggiore, dove sono conservate le magnifiche tarsie di Lorenzo Lotto. Lunedì 26 si concentrano diverse occasioni. Dalle ore 10, visite guidate al Museo della Cattedrale, a cura della Fondazione Adriano Bernareggi, per ammirare i resti archeologici e paleocristiani della nostra città. Dalle 14.30 alle 17.30 porte aperte a Palazzo Frizzoni, a cura della Presidenza del Consiglio comunale e degli studenti del Liceo linguistico “Giovanni Falcone”. Infine dalle 20 alle 23, apertura straordinaria serale della Torre del Gombito, dalla cui terrazza si gode uno splendido panorama sulla pianura e sui colli.

Da non perdere la mostra Parole d’oro. Spiritualità, arte e musica, che raccoglie 23 corali miniati in due diverse sedi espositive, la Biblioteca Civica Angelo Mai e il Museo della Cattedrale, luoghi simbolici della storia di Bergamo (visite guidate: 25 agosto, dalle 10 alle 18).

Fuochi d’artificio e Fiera sul Sentierone

Immancabili, infine, lo spettacolo pirotecnico dagli spalti di San Giacomo (domenica 25, ore 22) e la Fiera sul Sentierone (da venerdì 23 a lunedì 26), entrambi curati da Comap.


© RIPRODUZIONE RISERVATA