Sabato 13 Settembre 2014

Bonatti riposa a Portovenere

accanto a Rossana Podestà

La tomba di Walter Bonatti a Portovenere

Walter Bonatti riposa sopra la roccia che guarda il mare, dentro una tomba di granito. Il mare è blu petrolio, trasparente, e si vedono i fondali. Quando questo mare si agita allora le onde si infrangono fragorose sugli scogli e la spuma schizza in alto e minuscole gocce trasportate dal vento arrivano fin qua, sulla lastra di pietra.

Le ceneri del grande alpinista bergamasco - era nato al numero 2 di via Guglielmo d’Alzano, in città - non riposano all’ombra delle Orobie o di chissà quali vette, ma a Portovenere, accanto a quelle della compagna degli ultimi suoi trenta anni di vita, Rossana Podestà, attrice affascinante, protagonista di decine di film: la sua bellezza ha fatto sognare gli italiani degli Anni Sessanta, e non soltanto gli italiani.

Rossana Podestà è morta lo scorso anno, ha raggiunto a Portovenere il suo Walter che l’aveva lasciata esattamente tre anni fa, come oggi. Scriveva Tiziano Terzani che alla fine tutti i fili si riannodano.

Walter Bonatti ha girato il mondo, ma a Bergamo non è stato dimenticato. Oggi la piazza della sede del Club alpino, il Palamonti, è dedicata a lui. Nel 2002 la Provincia gli attribuì il «Premio Ulisse», nel 2011 fu il Comune di Bergamo a conferirgli la medaglia d’oro alla memoria per i suoi meriti alpinistici, ma anche per la sua attività di esploratore e giornalista che portò nel nostro paese le voci, le immagini degli ultimi lembi di mondo selvaggio, che presto avrebbe ceduto il passo.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 13 settembre

© riproduzione riservata