Caterina e Camilla, due seriane a Masterchef con Cannavacciuolo
Caterina Gualdi con Antonino Cannavacciuolo

Caterina e Camilla, due seriane
a Masterchef con Cannavacciuolo

Tra i 40 concorrenti che giovedì 17 gennaio hanno superato le prime due puntate di Masterchef 8 ci sono anche due bergamasche, la diciannovenne studentessa di San Lorenzo di Rovetta Camilla Bonadei e la casalinga Caterina Gualdi, cinquantatreenne di Cene.

Entrambe dalla Valle Seriana, Camilla e Caterina hanno partecipato alle selezioni della nuova edizione e giovedì sera hanno conquistato un posto tra i 40 chef amatoriali che settimana prossima affronteranno l’ultimo step della selezione per accedere alla Masterclass del talent di Sky.

Camilla è la più giovane partecipante di questa edizione, frequenta il liceo presso l’Istituto Mamoli di Longuelo, nei finesettimana lavora in un bar e sin da piccina coltiva la passione per la cucina eredita dalla mamma ma soprattutto dalla nonna. Con i suoi casoncelli, Camilla ha convinto i giudici Antonino Cannavacciuolo, Joe Bastianich, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli.

Camilla Bonadei con Joe Bastianich

Camilla Bonadei con Joe Bastianich

«Con la nonna ho imparato a cucinare, soprattutto le paste fresche ripiene, ma anche arrosti e galline, quelle allevate da lei». Un piatto ben riuscito: «La nonna ti ha insegnato benissimo», le ha detto Barbieri. «Sapori ben decisi, come te», l’approvazione di Bastianich. A sostenerla in studio giovedì c’erano papà Danilo, mamma Luisella e la nonna Teresa. E venerdì con un post sui social, Camilla ha comunicato a tutti gli amici la buona notizia: «Alla fine mi sono presa la mia piccola rivincita dopo tante sconfitte».

Molto emozionata e inizialmente un po’ a disagio la casalinga di Cene, Caterina Gualdi, ha preparato il suo piatto forte il «pesce spatola incolore», ovvero involtini di pesce spatola in foglie di porro su salsa di fave e cipolla.

C’è voluto qualche sorso d’acqua per allentare la tensione e trovare le parole per raccontare il suo piatto davanti ai giudici di Masterchef. «Il piatto è molto meno timido di te», le parole di Bastianich, uno dei tre «sì» conquistati da Caterina che le hanno permesso di ottenere l’ambito grembiule e accedere al prossimo passo della selezione.

Un sì anche per Locatelli: «Vedo una persona che ha un’idea e la porta avanti e la trasmette anche nel piatto». Idem per Barbieri, mentre non ha convinto appieno lo chef Cannavacciuolo.

In un crescendo di sicurezza Caterina ha ammesso il suo obiettivo: «Voglio vincere Masterchef e farmi conoscere - ha detto la casalinga di Cene in puntata –, sono pronta a fare molti più sacrifici di quelli che ho fatto finora


© RIPRODUZIONE RISERVATA