Lunedì 07 Luglio 2014

«Concerti in villa» a Seriate

4 eventi nelle dimore storiche

Villa Ambiveri

Musica e patrimonio artistico aprono di nuovo le porte di quattro dimore storiche cittadine per la rassegna «Concerti in villa», promossa dall’Assessorato alla Cultura, con la direzione artistica del maestro Attilio Bergamelli.

Alla quinta edizione, la manifestazione presenta una stagione pensata per coinvolgere ancora di più il pubblico con un programma variegato, legato dalla musica popolare e dal tango di Piazzolla.

In cartellone, dall’11 luglio al 26 settembre, di venerdì, quattro concerti che spaziano da melodie dell’età barocca a danze popolari e improvvisazioni jazz. Inizio ore 21. Ingresso libero sino esaurimento posti.

La rassegna si apre venerdì 11 luglio al Castello Rivola con il Quartetto Italiano di Fisarmoniche impegnato nell’esecuzione Da Bach a Piazzolla. I musicisti Ivano Battiston, Roberto Caberlotto, Gilberto Meneghin e Ivano Paterno partiranno dalle radici musicali, rileggendo il Concerto in la minore BWV 1065, ripreso da Antonio Vivaldi e trascritto da Bach, e ora riscritto dai quattro fisarmonicisti con nuova vivacità. Il quartetto si sposterà nel terreno sonoro più contemporaneo eseguendo pagine di Richard Galliano e Astor Piazzolla, sorta di anello di congiunzione con il concerto successivo, dedicato all’America latina.

Il secondo appuntamento, venerdì 25 luglio, si inserisce nella serata dedicata alle eccellenze musicali seriatesi, invitando a salire sul palcoscenico naturale di Villa Piccinelli il duo Guido Consoli ai sassofoni e Gabriele Zanetti alla chitarra. Entrambi di Seriate, i musicisti proporranno il concerto di grande intrattenimento Viaggio musicale in Sud America, accompagnando l’ascoltatore in un cammino immaginifico nel mondo latino. In compagnia della voce suadente del sax e delle varietà timbriche della chitarra, rileggeranno Astor Piazzolla, Celso Machado, Maximo Diego Pujol, Egberto Gismonti, Paolo Ugoletti, Pedro Itturalde.

Gli ultimi due appuntamenti a settembre. Venerdì 5 in Villa Tassis il Trio Tempo Vivo, composto da Matteo Ferrario al violino, Nadio Marenco alla fisarmonica e Sebastiano Roggero al pianoforte, ci condurrà nel mondo trascinante delle danze popolari, da Antonio Jobim a Piazzolla passando Sergej Rachmaninov.

Si chiude il 26 settembre in Villa Ambiveri con l’eclettico trio Musica-Mente, ossia Claudio Massola e Bruno Giordano, a clarinetti, saxofoni, clarinetto basso, cornamusa, organetto diatonico, e Alessandro Delfino al pianoforte. Usando alcuni strumenti nobili della tradizione popolare, la formazione eseguirà un repertorio cameristico e jazzistico, proponendo melodie accattivanti che alterneranno emozioni, virtuosismi, improvvisazioni e riflessioni tra musica classica e moderna, musica popolare e jazz. Scegliendo un linguaggio a volte intimistico ed essenziale, a volte ricco di coloriture e di ricerca.

© riproduzione riservata