La Cortellesi «Befana» e Boldi-De Sica Ecco il Natale da vivere al cinema

La Cortellesi «Befana» e Boldi-De Sica
Ecco il Natale da vivere al cinema

È proprio vero: a volte ritornano. Ma sì, il progetto era nell’aria da tempo ed ora si è concretizzato, tanto che il loro nuovo film si intitola «Amici come prima».

Di chi stiamo parlando? Ma naturalmente di Massimo Boldi e Christian De Sica che, scartavetrate le ruggini che li avevano divisi dopo molti anni di onorata carriera comune in una serie di film natalizi, hanno ritrovato l’antica armonia, portando sotto l’albero il nuovo film che li rivede insieme. Christian De Sica è Cesare, il direttore di un hotel che viene licenziato dalla figlia del proprietario, Massimo Colombo (Boldi). Cesare scopre che la figlia di Colombo sta cercando una badante, che sarebbe lautamente retribuita. Cesare decide così di travestirsi da badante e prende servizio in casa Colombo: possiamo solo immaginare con quali conseguenze.

A volte ritornano, dicevamo: posto che magari non ne sentivamo la mancanza, una delle pellicole che caratterizzeranno la programmazione cinematografica del periodo natalizio sarà proprio «Il ritorno di Mary Poppins» di Rob Marshall con Emily Blunt nei panni della celebre tata, il ruolo che nella prima versione era di Julie Andrews. Nel cast troviamo anche Meryl Streep, Colin Firth, la «signora in giallo» Angela Lansbury e il veterano Dick Van Dike, già a fianco della Andrews nella prima versione, nei panni dello spazzacamino. Come si sa, Mary Poppins entra in scena planando dal cielo con il suo ombrellino. Ma c’è un’altra signora che ama svolazzare di qua e di là: la Befana. Per quanto improbabile possa sembrare è Paola Cortellesi a vestire i panni della vecchina in «La Befana vien di notte», a fianco di Stefano Fresi, diretta da Michele Soavi. Maestra elementare, bella, giovane, amata dai suoi scolari di giorno, di notte Paola si trasforma proprio nella Befana. La quale viene rapita da un misterioso produttore di giocattoli. Ma alcuni suoi alunni, che hanno scoperto per caso la doppia identità della maestra, si attiveranno per salvarla. In tema natalizio, temiamo che l’italiano «A Funny Christmas» sia poco più che una commediola dimenticabile mentre, spulciando tra le probabili uscite del periodo che resta il più gettonato dagli spettatori, appunto quello natalizio, spiccano altre commedie. Come «7 uomini a mollo», le esilaranti e tragicomiche avventure di una improvvisata squadra francese di nuoto sincronizzato maschile, così come piuttosto improbabili ci sembrano i nostrani quattro moschettieri interpretati da Rocco Papaleo, Pierfrancesco Favino, Sergio Rubini e Valerio Mastandrea, protagonisti di «Moschettieri del re» di Giovanni Veronesi.

Da tener d’occhio «Old Man & The Gun» di David Lowery – Robert Redford ha detto che potrebbe essere il suo ultimo film come attore – e «Capri-Revolution», il nuovo film di Mario Martone. Il cinepanettone rispunta su Netflix, dove gli abbonati alla piattaforma potranno vedere «Natale a cinque stelle», l’ultimo film scritto dall’indimenticato Carlo Vanzina, sostituito alla regia da Marco Risi, con il fratello Enrico. Poi il primo gennaio uscirà «Suspiria», il (non) remake del film di Dario Argento, firmato da Luca Guadagnino: e non ce ne sarà più per nessuno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA