Giovedì 08 Dicembre 2011

La materia si fa scultura. E fa divertire
Mostra di Beppe Borella in Città Alta

L'Art Gallery di Città Alta ospita dal 6 al 16 dicembre la mostra «Scherzi d'Ombre e Materia» del bergamasco Beppe Borella. L'esposizione propone una selezione di sculture realizzate dall'artista dove la materia è possente e viva: Borella sente il bisogno di entrare nelle venature del marmo, di scalfire il granito e modellare la pietra, instaurando con essi un rapporto empatico.

L'incontro con Giuseppe Uncini fu il suo primo contatto con il mondo della scultura, da cui l'interesse a documentarsi sul lavoro di autori contemporanei: da Boccioni a Fontana, da Burri a Pomodoro, fino a Castellani e a Piero Manzoni. Artisti che hanno saputo ispirare in differenti modi l'approccio al mondo dell'arte di Beppe Borella. È soprattutto Manzoni che con l'ilarità, il paradosso, la provocazione e la genialità delle sue opere, innesca il bisogno di sperimentare nuove idee. Ogni materiale può scherzare e «divertirsi» con la creatività innata di Beppe Borella che arriva a considerarne ogni colore, forma e consistenza, un potenziale elemento che, interagendo con l'«idea», dà forma all'opera d'arte.

È così che nascono moduli infiniti e giochi d'ombre che trasportano la memoria di chi osserva a ricreare, grazie alla lavorazione di pietra e marmo, minuscoli paesaggi e rimandi ad altri elementi naturali. In alcune opere si ritrova il bisogno di oltrepassare la superficie per andare al fondo della materia senza alterarne la sostanza; in altre, con un chiaro richiamo a Boccioni, la dispersione delle forme all'interno dello spazio plasma la pietra mantenendone inalterata la natura. Ogni opera ha quindi in sé la scoperta di nuove forme e nuove idee.

Beppe Borella nasce a Bergamo nel 1972, inizia a lavorare come fabbro approcciandosi al ferro come primo materiale di costruzione. Poi da muratore ha il primo contatto con il mondo dell'arte: collaborando alla realizzazione di opere di Giuseppe Uncini. Dal calcestruzzo e il ferro, quasi per gioco del destino, avviene l'incontro con il marmo, materia più viva e potente che lo trasporta in un mondo di forme e superfici da modellare e levigare creando giochi di luci ed ombre. Beppe Borella è un artista autodidatta che unisce l'amore per la manualità del lavoro con la passione dell'essere creativo ed originale.

Art Gallery
Città Alta Via Colleoni 13
Bergamo Alta
La galleria è aperta tutti i giorni dalle 15 alle 19
La domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Lunedì chiuso.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata