La musica torna al cd E Raffaella Carrà canta il Natale

La musica torna al cd
E Raffaella Carrà canta il Natale

In tempi di liquidità, regalare un Cd, un Lp o un cofanetto di dischi è pur sempre un’idea per Natale. C’è chi ritorna al feticcio, l’oggetto da studiare nei dettagli, anche dal punto di vista grafico, e c’è chi questa scoperta la fa, magari tardivamente, dopo essersi perso per ore e ore in rete, alla ricerca di musica da consumare sempre più in fretta.

Tornare al vinile non è affatto d’antan, è solo fare una scelta di qualità: di suono, di visione. Anche i vestiti della musica contano. Detto questo, vale la pena di dare un occhio a quel che offre il mercato, andando anche oltre il gioco favorito del music biz che, in vista della festa più importante dell’anno, diventa agguerrito. Non a caso si sprecano cofanetti, dischi strenna, album strettamente legati al Natale cantato. Partendo da qua il must del 2018 è il disco della Carrà: «Ogni volta che è Natale». Lo spirito di Raffaella è quello giusto: ottimista, felice, capace di infondere leggerezza anche alla sfida a distanza con Sinatra quando è alle prese con un super classico come «White Christmas». Del disco esistono quattro edizioni speciali, compresa quella Super Deluxe limitata e numerata con un regalo speciale dell’artista. L’album segna il ritorno alla musica di uno dei personaggi chiave della televisione italiana, cantante, ballerina, conduttrice che ha segnato a tratto indelebile l’evoluzione del costume.

Stando sui dischi che non hanno a che fare direttamente col Natale, ma val la pena ugualmente di diffondere, «L’infinito» di Roberto Vecchioni ha dalla sua una profondità e una visione tanto interessanti da non aver rivali in questa stagione. Il professore ha elaborato un linguaggio diretto, dopo «Chiamami ancora amore» ha scelto parole che arrivano al cuore del contenuto, senza scomodare miti e metafore alte. Così è nato uno dei suoi dischi importanti di carriera, nobilitato dalla partecipazione di Francesco Guccini che canta con Vecchioni «Ti insegnerò a volare (Alex)» dedicata ad Alex Zanardi. Due colossi a braccetto in una canzone che sembra scritta appositamente per il Maestrone.

Passando con nonchalance al pop, anche Marco Mengoni ha il suo racconto di viaggio intitolato «Atlantico». Tante cartoline pop e un dato di crescita autorale da tenere in considerazione. A dodici mesi esatti dalla pubblicazione di «Oh, vita!» Jovanotti ha licenziato «Oh, live!», cofanetto speciale color oro massiccio, a testimoniare un periodo artistico favoloso e un anno di grande successo e soddisfazione. Il box, oltre a «Oh, vita!», l’album prodotto da Rick Rubin, contiene anche il Dvd del concerto per la regia di Leandro Emede. Sempre dal vivo i Pooh de «L’ultimo abbraccio», due Cd e Dvd, riportano le lancette al 30 dicembre del 2016, al concerto che siglò il canto del cigno della band decisa a sciogliersi.

Interessante anche il cofanetto a sei Cd di Antonella Ruggiero, «Quando facevo la cantante», il riassunto sonoro di 22 anni di carriera solistica in 115 canzoni, dal pop all’avanguardia, alla musica colta e di ispirazione mistica. Resta sempre una buona idea regalo anche l’ultimo Bocelli «Sì», la dimostrazione che il «made in Italy» tenorile e pop va a ruba, soprattutto nel mondo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA