Giovedì 14 Novembre 2013

La stagione del «Quartetto»

Al «Sociale» arrivano i «Berliner»

Il pianista Vadym Kholodenko

La Società del Quartetto riprende da 110. Tante le stagioni concertistiche della più antica e prestigiosa associazione musicale bergamasca. Antica ma ben convinta a puntare sui giovani, così come nelle ultime edizioni.

Tredici i concerti nel programma, che si aprirà con un «preludio» d’eccezione il 10 gennaio, in Sala Piatti, con il giovane pianista ucraino Vadym Kholodenko: si proporrà tra Mozart, Debussy e Rachmaninov.

La Stagione ufficiale inizierà il 7 febbraio al Teatro Sociale, con l’Orchestra da camera dei Berliner Philharmoniker - per la prima volta in Italia - e la pianista Sabrina Lanzi, tra il Mendelssohn giovanile, i due concerti per pianoforte e orchestra di J. S. Bach e la Serenata op. 22 di Dvorak. Altri pianisti sono attesi all’auditorium di piazza della Libertà: Rodolfo Leone, con musiche da Scarlatti fino a Ravel; la pianista Beatrice Rana che suonerà Bach, Schumann e Prokofiev; infine un concerto-conferenza del pianista-letterato Alain Kremski dedicato al «Viaggio dall’Europa romantica sino alle steppe dell’Asia centrale sui passi dei grandi romantici visionari e degli scrittori-musicisti».

© riproduzione riservata