La Malpensata si trasforma in un «Baleno» 2.a edizione del festival di arte e cultura

La Malpensata si trasforma in un «Baleno»
2.a edizione del festival di arte e cultura

Dal 21 al 23 giugno al parco della malpensata, organizzato da Pigmenti, Tantemani e Gate.

Dopo il successo della prima edizione dell’anno passato, torna al Parco della Malpensata Baleno Festival, una rassegna di arte ed eventi culturali che per 3 giorni riempie l’intera zona di attività, colori e bellezza. Il parco infatti si anima e si modella con le tante forme e proposte che Pigmenti e Tantemani, progetti di Cooperativa Sociale Patronato San Vincenzo, in collaborazione con Gate e con il sostegno di Comune di Bergamo, Fondazione ASM e Fondazione Cariplo, organizzano per il fine settimana dal 21 al 23 giugno.

Le radici di Baleno affondano profonde nelle svariate e importanti attività sul quartiere che Pigmenti e Tantemani hanno realizzato nel corso degli ultimi 5 anni con la finalità di costruire e rafforzare il senso di comunità attraverso progetti artistici e, al contempo, cercare di riqualificare l’area agli occhi della città, liberandola dallo stigma che purtroppo l’accompagna, dimostrando che in Malpensata esistono e si possono organizzare tante iniziative belle e di qualità, perché si tratta di un luogo artisticamente e culturalmente fertile.

Dal 2015 i due progetti di Cooperativa Sociale Patronato San Vincenzo hanno concretamente arricchito e riempito di fermento artistico l’area della Malpensata portando una rosa di artisti di rilievo nazionale e internazionale: nel 2015 la prima proposta è stata quella del progetto “Faccia a faccia” con lo street artist Joao Samina che ha riprodotto sui muri della zona, attraverso la tecnica degli stencil, i volti di 10 persone che hanno contribuito e partecipato attivamente alla vita e al miglioramento del quartiere; nel 2016 è nato con Tantemani il laboratorio narrativo e auto-rappresentativo Innumerevoli, che prosegue ancora oggi, realizzato coinvolgendo le persone richiedenti asilo e in collaborazione con Caritas e Comunità Ruah. Nella primavera 2017 Pigmenti in collaborazione con Bergamo Jazz ha portato in città l’artista Zesar Bahamonte che ha realizzato un meraviglioso murales in via Gavazzeni. Nel 2018 il progetto si è arricchito grazie alla prima edizione del Festival Baleno e alla collaborazione con uno dei più importanti street artist italiani, Ericailcane che ha eseguito un’opera d’arte pubblica in via Gavazzeni, restituendo una sua visione del quartiere.

Con la nuova edizione di Baleno Festival, accresciuta nella rete di collaborazioni che ha attivato sul territorio cittadino, Pigmenti e Tantemani portano a termine la prima serie di interventi sul quartiere, puntando sempre al connubio tra un alto livello artistico delle proposte e il coinvolgimento del pubblico dell’intera città.

Baleno Festival – edizione 2019
Per l’edizione 2019 del festival le serate in programma sono tre: la manifestazione si apre venerdì 21 con il concerto dei Sick Tamburo, prosegue sabato 22 con il concerto di M1 (Dead Prez) & Bonnot con special guest Tino Tracanna e Daniele Di Marco, per terminare domenica 23 con la proiezione del film Visages Villages di Agnes Vardas e JR.

Tantissime le attività che si susseguono durante le tre giornate, a partire da due nuove collaborazioni: la prima con il festival di illustrazione UAU, per cui è previsto un market dedicato nel parco, una mostra all’interno del Gate dell’illustratrice Miss Goffetown e due workshop a iscrizione, uno con Anna Resmini e l’altro Guido Scarabottolo.

La seconda è con l’ormai storico appuntamento delle Grazielliadi di Pedalopolis in programma nel pomeriggio di domenica 23, una sfida all’ultima pedalata in graziella, con tanto di asta di biciclette recuperate e riparate per il sabato pomeriggio. Ritorna anche la collaborazione con Danza Estate, quest’anno con un’esibizione di street dance e freestyle di Matteo Thew Mossoni e, a seguire, relativa masterclass. Il sabato pomeriggio ci sarà inoltre un momento dedicato alla presentazione del quinto numero della rivista Bandita del Laboratorio Tantemani dedicato alle piste ciclabili con lettura a cura di Alberto Salvi.

Infine il festival offre un’ampia e imperdibile proposta di laboratori creativi, uno per ogni gusto e inclinazione. Ogni pomeriggio è possibile recarsi all’info point, consultare l’offerta e iscriversi al laboratorio che si preferisce. Le scelte spaziano da quello di disegno su piastrelle di ceramica, Piastrello quindi sono, al Narraserigrafia, dedicato ai bambini dai 2 anni di età, dove è possibile ascoltare una storia e poi fare una stampa serigrafica di uno dei personaggi e colorarla. E poi il rodato Sfacciati, dove farsi fare un ritratto dai partecipanti del Laboratorio Tantemani e portarlo a casa come ricordo, ma anche Furoshiki, la decorazione di un tessuto con una tecnica di stampa e timbro della tradizione giapponese, e Il diario della bicicletta, per realizzare un proprio taccuino.

IL PROGRAMMA

21 giugno

Sick Tamburo – concerto

Nati dall’esperienza Prozac +, i Sick Tamburo sono uno dei gruppi alternative rock più interessanti del panorama italiano: testi concisi, ritmi incalzanti e un’affascinante attitudine punk. Tornano in tour con un nuovo disco di inediti intitolato “Paura e amore”.

22 giugno

M1 (dei Dead Prez) & Bonnot + special guest Tino Tracanna e Daniele di Marco – concerto

Direttamente da New York il rapper e attivista fondatore del duo hip hop Dead Prez che ha scritto e cantato pietre miliari della storia del rap accompagnato da Bonnot, local hero, produttore e polistrumentista tra i più interessanti nel panorama nazionale e con importanti collaborazioni all’attivo (Assalti Frontali, General Levy, Dub FX, Paolo Fresu, Inoki…). Super ospiti della serata Tino Tracanna al sassofono e Daniele Di Marco alle tastiere.

23 giugno

Visages Villages di Agnes Varda e JR – proiezione all’aperto

La regista Oscar alla carriera Agnes Varda, scomparsa recentemente, e lo street photographer JR intraprendono un viaggio nella Francia rurale. In ciascun luogo visitato JR crea giganteschi ritratti in bianco e nero degli abitanti che vanno a ricoprire case, fienili, facciate di negozi e ogni superficie libera. Una poesia.

Gli eventi:

21, 22, 23 giugno

Baleno ospita UAU Festival

Venerdì e sabato dalle 18.00 alle 00.00 e domenica dalle 16.00 alle 22.00 market di illustrazione ed editoria indipendente con artisti da tutta Italia.

21 giugno 19.00-20.00

Inaugurazione della personale site specific di Miss Goffetown presso GATE

In occasione della collaborazione con UAU Festival, mostra dell’illustratrice italiana che ha fondato e preso parte a vari progetti artistici e sperimentali come Perpetua Edizioni e il collettivo femminile delle UA (Uncles & Aunts). La tecnica che Miss Goffetown predilige è il collage, oltre a lavorare con acrilico ed incisione. http://www.missgoffetown.it

22 giugno 9.00 – 19.00

Baleno ospita UAU Festival

Workshop di Anna Resmini: Non è detto - conversazioni visive sulla realtà

Anna Resmini studia alla School of Visual Art di New York, il suo lavoro si caratterizza per uno stile concettuale strettamente legato alla sua formazione filosofica. Illustra per il Corriere della Sera e per il New York Times http://www.annaresmini.com. Iscrizione obbligatoria a pagamento: [email protected]

15.30 -17.30

Workshop di street dance in collaborazione con Bergamo Danza Estate a cura di Matteo Thew Mossoni. Esibizione di street dance e freestyle a cui seguirà una masterclass di danza urbana aperta a ragazzi, giovani e adulti. Iscrizioni gratuite: [email protected] entro il 17 giugno

18.00-19.00

Presentazione del 5° numero di Bandita, rivista del Laboratorio Tantemani.
Presentazione del nuovo numero della rivista dedicato alle piste ciclabili: i partecipanti al laboratorio, accompagnati dall’attore Alberto Salvi, leggono alcuni estratti della rivista. Interviene Associazione Pedalopolis.

19.00-20.00

Asta di bici resuscitate a cura di Pedalopolis. Amici, amici ma non hai la bici? Partecipa all’asta delle migliori biciclette della bergamasca pimpate artigianalmente nelle ciclofficine di Pedalopolis. Occasioni incredibili con un banditore d’eccezione!

23 giugno 9.00 – 19.00

Baleno ospita UAU Festival Workshop con Guido Scarabottolo - L’invenzione della fotografia
Formazione da architetto, si dedica fin da giovane alla grafica collaborando con la RAI e i più noti editori italiani. Attualmente i suoi disegni appaiono su Internazionale, sul domenicale del Sole24Ore, sul New York Times e sul New Yorker. http://www.scarabottolo.com. Iscrizione obbligatoria a pagamento: [email protected]

15.30-19.00

Grazielliadi

Collaborazione inedita con Pedalopolis che porta al parco della Malpensata lo sferragliare delle due ruote fuori controllo. Squadre da due munite di Graziella per affrontare le prove di una sfida che ha fatto storia. Hai una Graziella? Iscriviti! Non hai una Graziella? Vieni a goderti lo spettacolo!

Per info e iscrizioni: [email protected]

I laboratori:

22 e 23 giugno 16.00-19.00

Spazio laboratori

Uno spazio creativo dove è possibile sperimentare liberamente alcuni laboratori. È possibile presentarsi all’info-point del Festival tra le 16.00 e le 18.30, scegliere quale tecnica si vuole provare, lo staff darà i materiali e le dritte per iniziare. Nello spazio laboratori ci sarà sempre qualcuno ad aiutare a sviluppare i progetti.

Le proposte:

- PIASTRELLO DUNQUE SONO (sab e dom) a cura di Laboratorio Tantemani

Disegnare la propria piastrella in ceramica. Forniamo i materiali per dare libero sfogo alla fantasia. La piastrella verrà cotta e restituita dopo qualche giorno pronta per essere messa al muro, usata come sottobicchiere, poggiapentola, soprammobile…

Contributo materiali: 5,00 euro

- NARRASERIGRAFIA (sab e dom alle 16.30) per bambini dai 2 anni

Una bella occasione per ascoltare una storia nel prato e provare a fare la propria prima stampa serigrafica su carta raffigurante uno dei personaggi della storia. Alla fine si colora la stampa!

- SFACCIATI (sab e dom) a cura di Laboratorio Tantemani

I partecipanti del Laboratorio Tantemani si mettono a disposizione per fare ritratti. Mettersi in posa, fare due chiacchiere mentre l’artista è all’opera e poi portarsi a casa il proprio ritratto firmato Tantemani da appendere sopra il caminetto come un vero nobile.

- FUROSHIKI (sab) a cura di D|Tantemani

Furoshiki nella tradizione giapponese è un panno di stoffa usato per trasportare oggetti ed impacchettare regali. Durante il workshop sarà possibile decorare il tessuto con una semplice tecnica di stampa a timbro e sperimentare alcune delle tecniche tradizionali di piegatura da replicare su diverse stoffe. Alla fine tessuto e timbro saranno in omaggio!

- IL DIARIO DELLA BICICLETTA (dom) a cura di D|Tantemani

Realizzare un taccuino dove scrivere, scarabocchiare e raccontare. È possibile scegliere la copertina tra diverse proposte disegnate e stampate da Laboratorio Tantemani; così come i contenuti: righe, quadretti, illustrazioni e tanto altro. Si possono portare fotografie, ritagli di giornale o disegni per personalizzare il lavoro. (NB: il formato sarà A5, occhio alle misure!) Il quaderno verrà completato rilegandolo con ago e filo secondo la tecnica tradizionale giapponese Fukuro toji.


© RIPRODUZIONE RISERVATA