Sabato 16 Novembre 2013

Molte fedi sotto lo stesso cielo

Posti disponibili con Kauppa

Il logo di «Molte fedi»

Sono ancora disponibili alcuni posti per i prossimi due spettacoli teatrali inseriti all’interno della rassegna Teatro dello Spirito di Molte fedi sotto lo stesso cielo.

Primo appuntamento, venerdì 22 novembre alle ore 20.45 al Teatro Serassi di Villa d’Almè con «Viva l’Italia. Le morti di Fausto e Iaio» di Roberto Scarpetti con la regia di César Brie. Un testo inedito, un nuovo autore e un teatrante di lungo corso come César Brie (regista e attore) ci raccontano un fatto di cronaca del passato, uno degli episodi più oscuri ed emblematici della storia del nostro paese: le morti di Fausto e Iaio, due diciottenni milanesi frequentatori del centro sociale Leoncavallo, uccisi a colpi di pistola la sera del 18 marzo 1978.

Perché il teatro sia sempre un’esperienza necessaria e al centro della scena ci sia sempre l’essere umano. Perché la memoria di quegli anni così complessi sia presente alle nuove generazioni, perché il futuro si può costruire solo facendosi testimoni del passato che ci ha preceduti. «L’ambizione è quella di far rivivere al pubblico il passato come fosse presente, con tutte le emozioni, i sentimenti, la disperazione di persone reali, persone che sono state coinvolte in qualcosa più grande di loro, mentre la vita di tutti i giorni andava avanti, come se non fosse successo niente”, afferma Roberto Scarpetti, e César Brie ricorda “Non è nemmeno teatro politico. La realtà che mi interessa è multipla, non è la banalità che si vede. Il reale è in agguato e la scena è uno dei luoghi dove possiamo percepire l’inespresso, il latente, ciò che pulsa e non ha voce».

Secondo appuntamento martedì 26 novembre sempre alle ore 20.45 al Teatro Serassi di Villa d’Almè con «Icaro», il primo spettacolo di Daniele Finzi Pasca, famoso in tutto il mondo soprattutto per i suoi lavori realizzati con il Cirque du Soleil e il Cirque Eloize. Icaro è un testo scritto durante un breve periodo di carcerazione, scontato per obiezione di coscienza, ed interpretato dallo stesso Finzi Pasca. È stato messo in scena in sei diverse lingue da più di vent’anni e ha fatto il giro del mondo con più di 700 rappresentazioni.

Per informazioni e prenotazioni Acli Sede provinciale di Bergamo, tel. 035.210284, www.moltefedisottolostessocielo.it, e-mail: [email protected]

© riproduzione riservata