Piatto salato con una tazza di caffè A «Masterchef» anche Caterina di Cene

Piatto salato con una tazza di caffè
A «Masterchef» anche Caterina di Cene

’Na tazzulella ’e cafè servita dallo chef Antonino Cannavacciuolo sarà la protagonista della «Mystery Box» nel nuovo appuntamento con «Masterchef» Italia, in onda stasera, alle 21,15 su Sky Uno.

Per i 19 aspiranti chef - tra cui la bergamasca Caterina Gualdi, casalinga di Cene – inizierà così la nuova sfida nelle cucine del cooking show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy: dovranno inserire questo ingrediente speciale in un piatto salato, realizzato con alimenti che contengono sostanze che favoriscono il sonno. A giudicarli sarà lo stesso Cannavacciuolo insieme ai colleghi giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Giorgio Locatelli. In palio, in questa prova, un vantaggio importante nel successivo «Invention Test».

A seguire, durante la prova in esterna, i cuochi amatoriali, divisi in due brigate, dovranno rendere indimenticabile la Quinceañera di una ragazza italiana con origini sudamericane: gli 80 ospiti della festa - organizzata presso la bellissima Villa Renoir (poco lontano da Milano) - dovranno giudicare due menu che uniscano la cultura gastronomica italiana con quella latino-americana, ed eleggere di conseguenza la brigata migliore. I peggiori della sfida, invece, affronteranno il «Pressure Test». Prosegue anche l’appuntamento con la striscia daily di MasterChef Magazine, ogni giorno, alle ore 19,50 sempre su Sky Uno. Tra le rubriche di questa settimana: gli aspiranti chef raccontano episodi inediti vissuti nella cucina del programma e i dettagli delle loro ricette; i segreti di alcuni chef stellati come Gianfranco Pascucci, Peter Brunel e Iside De Cesare; i giudici di Masterchef Italia porteranno alla scoperta delle loro creazioni; e, infine, nuove pizze gourmet.

Continua pure l’attenzione rivolta da «Masterchef» nella lotta contro gli sprechi: come nelle scorse stagioni, la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove è stata donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Il programma si è avvalso della collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA