Premio Bergamo, in Sala Piatti la premiazione con i cinque finalisti

La manifestazione Sabato 30 aprile alle 18 in Sala Piatti a Bergamo Città Alta si svolgerà la premiazione della 38ª edizione del Premio nazionale di narrativa Bergamo con la presenza dei cinque finalisti.

Premio Bergamo, in Sala Piatti la premiazione con i cinque finalisti

L’apertura ufficiale della premiazione sarà a cura del Presidente del Premio Bergamo, Massimo Rocchi. Seguiranno i saluti delle Istituzioni che supportano il Premio, Nadia Ghisalberti assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Socio Fondatore del Premio insieme a Confesercenti per cui interverrà il Presidente Antonio Terzi. La conduzione della cerimonia sarà affidata al noto giornalista Max Pavan.

Prima di riascoltare gli scrittori, il critico letterario Andrea Cortellessa componente della Giuria Scientifica del Premio che ha selezionato i finalisti di questa edizione, passerà brevemente in rassegna le caratteristiche generali dei libri in gara quest’anno, con la sua consueta competenza e profondità di analisi.

Gli scrittori che Max Pavan intervisterà e che leggeranno alcune pagine delle loro opere sono:
Francesco Biancon i Atlante delle case maledette Rizzoli Lizard, 2021
Andrea Inglese La vita adulta Ponte alle Grazie, 2021
Maurizio Torchio L’invulnerabile altrove Einaudi, 2021
Davide Orecchio Storia aperta Bompiani, 2021
Elisa Ruotolo Quel luogo a me proibito Feltrinelli, 2021”.

La proclamazione del vincitore sarà conseguente ai voti espressi dalle varie categorie della Giuria Popolare: proprio in questi giorni si concludono le votazione online (fino al 26 aprile).
La cerimonia si aprirà con un intervento musicale del pianista Giuseppe Morale: studente pianista del Conservatorio Gaetano Donizetti di Bergamo che ha partecipato al 59° Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA