Problemi di salute, Plácido Domingo rinuncia Al suo posto al Donizetti Roberto Frontali
Plácido Domingo

Problemi di salute, Plácido Domingo rinuncia
Al suo posto al Donizetti Roberto Frontali

Plácido Domingo è costretto a cancellare le sue presenze in Italia nel mese di novembre e ha rimandato la sua partecipazione al festival Donizetti Opera ad una delle prossime edizioni. Protagonista dell’opera Belisario sarà Roberto Frontali, fra i più celebri baritoni italiani di oggi.

Per un problema di salute sorto in queste ultime ore, che gli vieta gli spostamenti e gli impegni di lavoro, Plácido Domingo è costretto a cancellare le sue presenze in Italia nel mese di novembre e ha rimandato la sua partecipazione al festival Donizetti Opera ad una delle prossime edizioni. Il Maestro rinuncia quindi al Belisario donizettiano a Bergamo e al Requiem di Verdi a Piacenza. Il cantante madrileno aveva accolto entusiasticamente l’invito da parte del Donizetti Opera per debuttare nel ruolo del protagonista del raro titolo Belisario dopo una visita nei luoghi donizettiani della città.

Roberto Frontali

Roberto Frontali

Al suo posto, ad una settimana dall’inaugurazione della sesta edizione del Donizetti Opera, salirà sul palco del restaurato Teatro Donizetti uno fra i più celebri baritoni italiani del momento: Roberto Frontali. Belisario, titolo eseguito in forma di concerto, sarà trasmesso in streaming sulla nuova Donizetti web tv sabato 21 novembre, alle ore 20. Confermati gli altri artisti del cast: sul podio dell’Orchestra e del Coro Donizetti Opera salirà il direttore musicale Riccardo Frizza, che dirigerà una compagine vocale di assoluto rilievo: Simon Lim, Carmela Remigio (che sostituisce la prevista Davinia Rodriguez), Annalisa Stroppa e Celso Albelo, ai quali si affiancano anche Anaïs Mejías, Klodjan Kacani, Stefano Gentili, Matteo Castrignano e Piermarco Vinas Mazzoleni.

www.gaetanodonizetti.org / [email protected]

Biglietteria della Fondazione Teatro Donizetti presso i Propilei di Porta Nuova.

Largo Porta Nuova, 17 – Bergamo T. 035 4160601/602/603; da martedì a sabato, ore 13-20


© RIPRODUZIONE RISERVATA