Ranica, Paladina e Brembate Sopra Sfida fra pasticcerie a «Cake Star»

Ranica, Paladina e Brembate Sopra
Sfida fra pasticcerie a «Cake Star»

Tre pasticcieri esperti e determinati in sfida, due posti per la sfida finale e un solo vincitore che si aggiudicherà il trofeo e un assegno da 2 mila euro da spendere nella propria pasticceria.

Dopo la Versilia, Lecce e Genova, arriva anche a Bergamo «Cake Star – Pasticcerie in sfida», il cooking show di Magnolia in onda su Real Time. Il pasticcere professionista Damiano Carrara, noto per il successo negli Stati Uniti e già giudice del programma «Bake Off Italia», e la comica e conduttrice Katia Follesa, nel ruolo di cliente esigente, continuano il loro viaggio tra le pasticcerie italiane con l’obiettivo di trovare in ogni città la «cake star»: tre pasticcieri esperti e determinati in sfida, due posti per la sfida finale e un solo vincitore che si aggiudicherà il trofeo e un assegno da 2 mila euro da spendere nella propria pasticceria.

La puntata registrata nella Bergamasca andrà in onda venerdì sera alle 21,10 sul canale 31 del digitale terrestre e vedrà sfidarsi le pasticcerie: Bonati di Paladina, dal 1955 e in versione senza glutine dal 2014, con a capo Andrea, che sognava una carriera da regista, ma si è lasciato conquistare dalla passione per la pasticceria ereditata dal padre; Mg2 di Brembate di Sopra della famiglia Gamba dal 1978, con a capo Matteo, la cui pasticceria s’ispira alle boulangerie francesi e alle panetterie del nord Europa; Cortinovis di Ranica guidata da Giancarlo, vincitore di numerosi premi, tra cui la medaglia d’argento alla Coppa del mondo della Pasticceria di Lione nel 2009. Anche nella puntata bergamasca i tre concorrenti saranno giudicati nelle tre categorie di pasticceria, cabaret paste e «pezzo forte» e valutati con un punteggio da 0 a 5 stelle. I primi due pasticcieri della classifica accederanno al duello finale. «Bergamo la conosco molto bene, mi piace tantissimo, la adoro, ma non posso anticipare nulla della puntata», dice Katia Follesa, nota al grande pubblico sia per la coppia comica che formava con Valeria Graci anche sul palco di Zelig sia per essere da un paio di anni conduttrice di alcuni programmi tv molto seguiti. «Mi sento a mio agio in questo ruolo, non mi dispiace affatto – commenta –. Mantengo la parte comica, non divento e non diventerò mai una conduttrice istituzionale». Riguardo Damiano Carrara afferma: «È un bravissimo ragazzo e un professionista, siamo molto complici e molto amici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA