Sabato 16 Novembre 2013

Stracliccata Pota Pig

La Peppa orobica di Ol Vava

Pota Pig

Chi è la mente di Pota Pig, la maialina bergamasca che ha già raggiunto più di un milione di visualizzazioni su Youtube? A realizzare l’esilarante parodia di Peppa Pig è Daniele Vavassori, «Ol Vava», già conosciuto per i doppiaggi demenziali di film famosi, da «Shining» a «Taxi Driver», e per tormentoni cult come «Dai ciama l’Piero» sulle note della canzone portoghese «Ai se eu te pego».

Cantante (con una seria passione per lo swing), doppiatore e grafico di professione, Daniele Vavassori si definisce «Scemo, ma ponderato». Che metta molta testa anche nei suoi prodotti più leggeri non c’è dubbio: basta vedere la cura del doppiaggio di Peppa Pig.

«Faccio io tutte le voci, dalla piccola Pota Pig al vecchio nonno - dice, cambiando tutte le intonazioni possibili e infilandoci un grugnito -, sto attentissimo a non andare fuori sincrono. Ricreo io anche tutti i suoni, il rumore dei passi, il vento, un bicchiere che cade. Sono un perfezionista».

Il primo episodio di Pota Pig, «A casa dei nonni», è stato caricato su Youtube a fine settembre ed è già stato visto più di mezzo milione di volte. Gli otto episodi attuali hanno superato complessivamente il milione di visualizzazioni. «Continuerò a farne altri finché mi diverto, non scrivo le storie: mi limito a guardarle un paio di volte senza l’audio e capisco dove posso andare a parare. Spesso mi ispiro alla mia vita quotidiana o ai miei ricordi» racconta Vavassori.

Classe 1977, residente a Torre de’ Roveri, Daniele Vavassori spiega: «Amo parlare bergamasco perché sono cresciuto con i miei nonni ad Alzano Lombardo».

© riproduzione riservata