Targa Tenco, il Bepi ci prova
e scrive ai suoi fan: «Aiutatemi»

Si è candidato al premio con il suo ultimo album, «T11 (Tön dés)» e ora cerca giornalisti che lo sostengano «Aspettate ad applaudire», scrive su Facebook: il Bepi si è candidato a una Targa Tenco, prestigioso premio assegnato dal 1984 ai migliori dischi italiani di canzone d’autore usciti nel corso dell’annata.

Targa Tenco, il Bepi ci prova e scrive ai suoi fan: «Aiutatemi»

«”Tön dés è diverso. Tön dés ha qualcosa in più!” mi hanno detto. Saràl vira?» scrive il Bepi: il suo disco «T11 (Tön dés)», uscito l’anno scorso, è tra i candidati alla Targa Tenco 2019 per la categoria (una delle 5) «miglior disco in dialetto».

Incani ora mette le mani avanti: «Inutile nascondersi dietro un dito: un brano come “Welcome” fa storcere il naso a un po’ di persone. Fan, tuttavia, ne ho comunque, anche in quell’ambiente. Mia tace, ma i gh’è». Il Bepi sa che le targhe vengono assegnate grazie ai voti di circa 200 giornalisti di tutta Italia, e tra di loro «c’è anche qualche bergamasco».

Lui, insomma, ci prova: «Dalla mia ho i bepifan. E per bepifan intendo chiunque ami le canzoni del Bepi, iscritto al Bfc o no, uomo o donna, giovane o anziano, bergamasco o no». Tramite il social network, appunto, li invita ad aiutarlo a contattare i giornalisti che potrebbero sostenere la sua candidatura. E a perorare la sua causa: «Sul sito del Club Tenco credo sia già possibile (per i membri della Giuria) ascoltare i brani di “T11” che sono stati tutti caricati insieme a testi e traduzioni (i gh’è anche i cansù in italià….’ssa mai). Disìf cusè? An ga próa?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA