«Together for Life»: impresa, ricerca e spettacolo insieme per la lotta alla fibrosi cistica
Foto di gruppo con gli imprenditori alla conferenza stampa di presentazione

«Together for Life»: impresa, ricerca e spettacolo insieme per la lotta alla fibrosi cistica

Appuntamento venerdì 24 settembre alle 21.30 al Teatro Donizetti con un’edizione speciale dell’iniziativa charity, quest’anno eccezionalmente aperta a tutta la cittadinanza, a sostegno della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (FFC Ricerca). In scena le più belle canzoni di sempre, con uno show musicale che celebra i miti di ieri e di oggi.

«Gli imprenditori bergamaschi danno respiro alla ricerca»: è questo il claim di «Together for Life», lo straordinario evento di fundraising che unisce impresa, ricerca e spettacolo a sostegno della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, in programma il 24 settembre alle ore 21.30 al teatro Donizetti di Bergamo. «Il nostro territorio – ha dichiarato il sindaco di Bergamo Giorgio Gori alla presentazione dell’evento, tenutasi al Teatro Donizetti – è sempre in prima linea quando si tratta di dimostrare generosità attraverso iniziative concrete. Vedere tanti imprenditori uniti per una causa di tale portata, dimostra quanto il pensiero etico e il senso di responsabilità civile siano tratti fondanti della nostra città, che in quest’occasione si raduna in uno dei suoi luoghi simbolo, restaurato anche grazie al contributo del tessuto produttivo del territorio: il Teatro Donizetti ha riaperto i battenti proprio nei mesi scorsi dopo un lungo e meticoloso restauro, che è stato in parte finanziato proprio dagli imprenditori della nostra città e provincia, consolidando ancora una volta la rete pubblico-privata che ha contribuito largamente allo sviluppo di Bergamo dal dopoguerra a oggi».

Da sinistra, Gori, Piazzalunga, Rizzi e Marzotto

Da sinistra, Gori, Piazzalunga, Rizzi e Marzotto

L’iniziativa, che nelle due passate edizioni ha raccolto e destinato alla ricerca complessivamente oltre 250 mila euro, per questa edizione speciale sarà aperta alla cittadinanza e a chiunque vorrà dare il proprio contributo alla ricerca sulla fibrosi cistica, la malattia genetica grave più diffusa nel nostro Paese, ancora troppo poco conosciuta. I fondi raccolti sosterranno il piano strategico di FFC Ricerca «Una Cura per tutti», per trovare al più presto soluzioni terapeutiche efficaci per tutte le persone con FC, con un’attenzione mirata a chi è ancora orfano di terapia.

«Dopo il difficile periodo che abbiamo vissuto, la scelta di aprire l’evento al pubblico ci è sembrata naturale. - sottolinea Luana Piazzalunga, titolare di Piazzalunga srl e referente della delegazione FFC Ricerca di Villa d’Almè, nata nel 2007 per iniziativa di Manuela Martinelli. «Crediamo che questa sia un’opportunità straordinaria per tornare a stare insieme, per vivere quei luoghi della cultura di cui abbiamo tanto sentito la mancanza e, nello stesso tempo, per conoscere il lavoro di chi si impegna per dare una speranza alle persone con fibrosi cistica. Tutti noi abbiamo capito nei mesi passati quanto respirare sia un atto da non dare mai per scontato. Coloro che soffrono di questa malattia lo sanno fin dai primi giorni di vita».

La serata si aprirà con una presentazione delle attività promosse dalla Fondazione e il pubblico avrà modo di conoscere più da vicino i protagonisti, gli obiettivi e i risultati conquistati in 24 anni di impegno a sostegno delle persone con FC e delle loro famiglie. E a seguire, sarà la volta dello spettacolo: 12 artisti daranno vita a uno show, che reinterpreta i brani cult della musica internazionale attraverso arrangiamenti originali. Dal pop alla musica classica, dallo swing al rock, «Celebrities» sarà un omaggio alle star di ieri e di oggi, da Frank Sinatra a Edith Piaf, da Cristina Aguilera a Madonna, da Michael Jackson ai Queen.

Con «Together for Life» si avvierà la stagione di eventi promossi sul territorio dalle Delegazioni e dai Gruppi di Sostegno di FFC Ricerca - oltre 10.000 volontari, che rappresentano il cuore pulsante della Fondazione - a sostegno della XIX Campagna Nazionale Raccolta Fondi di FFC Ricerca, che quest’anno verrà ufficialmente inaugurata dal ritorno del Bike Tour. L’appuntamento charity sportivo vedrà il presidente e cofondatore della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Matteo Marzotto percorrere le strade di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, affiancato da un team di campioni delle due ruote, e non solo, per sensibilizzare la popolazione sul ruolo cruciale della ricerca come unica risorsa per sconfiggere la fibrosi cistica, malattia per la quale ancora non c’è una cura risolutiva.

«Ringrazio di cuore il Sindaco Giorgio Gori, Luana Piazzalunga e le imprese bergamasche per il loro rinnovato e prezioso sostegno a Fondazione. Dopo un anno e mezzo di pandemia, leggo in questa iniziativa un segnale di ripartenza emblematico, perché parte da Bergamo, una delle città più colpite dal Covid-19, una malattia che può portare a sintomi respiratori che le persone con fibrosi cistica conoscono bene – ha dichiarato Matteo Marzotto, presidente di FFC Ricerca, che interverrà anche alla serata - «Con Together for Life, diamo il via a una stagione di eventi volti a raccogliere più fondi possibile, perché la posta in gioco è grande: trovare una cura per tutte le persone con fibrosi cistica, che restano un’urgenza nell’emergenza. Con ottobre entreremo nel vivo della XIX Campagna Nazionale, che insieme a un team di campioni e amici sportivi, avrò il piacere di inaugurare con la IX edizione del Bike Tour. Dal 29 settembre al 2 ottobre, torneremo con il Ciclamino della ricerca nelle piazze, ma soprattutto torneremo in sella tra le strade di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna con un obiettivo molto chiaro: sensibilizzare la popolazione sul ruolo cruciale della ricerca come unica risorsa per sconfiggere la fibrosi cistica, malattia per la quale ancora non esiste una cura risolutiva».

Per affrontare le numerose sfide in campo e centrare l’obiettivo del piano strategico triennale 2021-23, Fondazione ha stanziato nel 2021 per la ricerca 2 milioni e 500 mila euro. Un risultato reso possibile grazie al fondamentale contributo dei donatori, delle Delegazioni e dei Gruppi di Sostegno di FFC Ricerca, nonostante le difficoltà del periodo.

La fibrosi cistica è una malattia presente dalla nascita ed è dovuta a una mutazione del gene CFTR. Chi nasce con la fibrosi cistica ha ereditato dal padre e dalla madre una copia del gene mutato. Entrambi i genitori sono, quasi sempre senza saperlo, portatori sani di una copia di tale gene. In Italia c’è un portatore sano FC ogni 30 persone circa e una coppia composta da due portatori sani a ogni gravidanza ha 1 probabilità su 4 di avere un figlio malato.

Interessante apertura sul tema da parte del sindaco Giorgio Gori che, sullo stimolo di quanto emerso in conferenza stampa, conferma l’impegno dell’Amministrazione nell’agevolare le campagne di screening preventivo della fibrosi cistica: «Sono già diverse le realtà che promuovono giornate di sensibilizzazione alla salute e di prevenzione. Ora sappiamo anche che un semplice test genetico potrà rendere molte coppie consapevoli di poter generare un figlio affetto da questa patologia, ed è giusto dare a tutti la possibilità di scegliere in libertà, nel rispetto delle convinzioni di ognuno. Creare momenti di attenzione specifici sulla sanità, ancor meglio se allargati a molteplici patologie, rappresenta un passo ulteriore verso il benessere e la salute del cittadino».

«Grazie ai progressi della ricerca, negli ultimi anni sono stati scoperti alcuni farmaci, chiamati “modulatori della proteina CFTR”, in grado di segnare un significativo passo in avanti verso la prospettiva di bloccare sul nascere la fibrosi cistica e rendere sempre più efficaci le cure di cui già si dispone. Questi farmaci sono tuttavia in grado di intervenire sulle mutazioni del gene CFTR più frequenti, non su tutte: in Italia, una consistente parte di malati, circa il 30%, rimane esclusa da queste rivoluzionarie cure. – afferma in conferenza stampa Ermanno Rizzi, responsabile bandi e progetti di ricerca di Fondazione – FFC Ricerca si sta muovendo, in stretta sinergia con la comunità scientifica internazionale, affinché ciò che oggi è possibile per un certo numero di persone con FC, un domani sia una realtà per tutti. L’impegno è quello di trovare una cura per tutte le persone con FC, anche per chi è ancora orfano di terapia. Dei fondi stanziati dalla Fondazione nel 2021, 1 milione e 830 mila euro sono destinati allo sviluppo di 21 progetti selezionati con bando annuale, che mirano a contribuire alla soluzione dei molti problemi ancora aperti per le persone con fibrosi cistica».

Per la prima volta, Together for Life apre al pubblico e porta al Teatro Donizetti un evento speciale che vede impresa, ricerca e cultura unite nella lotta alla fibrosi cistica, la malattia genetica grave più diffusa in Italia. Un’occasione unica per conoscere e sostenere le attività della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica e vivere insieme una serata di informazione, ma anche di grande spettacolo. Perché “Together for Life”, insieme per la vita, non è solo uno slogan: è un richiamo ad agire per il bene delle tante persone che oggi confidano in ogni piccolo progresso della ricerca e di quelle che avranno la fortuna di nascere quando la cura sarà una realtà. Per partecipare e sostenere la ricerca: www.togetherforlife.eu/teatro/

Together for Life è organizzato in collaborazione con l’azienda Piazzalunga srl e PEO – Comunicazione Culturale e d’Impresa. Together for Life ringrazia per il prezioso sostegno tutti coloro che hanno manifestato la loro vicinanza dando supporto al progetto. Un grazie particolare a: Piazzalunga srl, Roncalli Viaggi, HP23 srl, Carblu, Cami2 srl, Scuderia Blu, TAB Batteries, MPI Ecogreen srl – TAB Group, Bracca Acque Minerali Spa, Verniciatura Padana Foresi srl.


© RIPRODUZIONE RISERVATA