Torna Fiato ai libri con 22 appuntamenti. Si parte giovedì 8 settembre a Seriate

L’evento. Il festival di teatrolettura, unico nel suo genere in Italia, inaugura la stagione con uno spettacolo dedicato ai 30 anni dalla strage di via D’Amelio.

Torna Fiato ai libri con 22 appuntamenti. Si parte giovedì 8 settembre a Seriate

Tutto pronto per la 17a edizione di Fiato ai Libri. Dopo la parentesi estiva dell’anno scorso, torna nella consueta cornice autunnale il Festival di teatrolettura apprezzato dagli artisti e dal pubblico.

Da giovedì 8 settembre a sabato 22 ottobre: 18 appuntamenti per gli adulti riuniti nella rassegna maggiore e 4 per ragazzi racchiusi in Fiato ai Libri Junior. Ad accogliere Fiato ai Libri saranno 19 comuni della Bergamasca appartenenti al Sistema bibliotecario Seriate Laghi ed al Sistema Culturale Integrato della Bassa Pianura Bergamasca (Cenate Sopra, Calcio, Costa di Mezzate, Castel Rozzone, Gorlago, Gorle, Luzzana, Montello, Mornico al Serio, Palosco, Predore, San Paolo d’Argon, Scanzorosciate, Seriate, Sovere, Torre de’ Roveri, Trescore Balneario, Villongo) ed anche Bergamo, con la doppia replica alla casa circondariale.

Per tutto il programma clicca qui.

Ad aprire il festival sarà lo spettacolo che ricorda i 30 anni dalla strage di via D’Amelio: «o, Emanuela» della compagnia Progetti e Regie, con Laura Mantovi e per la regia di Sara Poli, tratto dal libro della scrittrice premio Andersen Annalisa Strada “Io, Emanuela. Lo spettacolo si inserisce tra gli anniversari che saranno ricordati in questa edizione di quest’anno.

Fiato ai Libri è organizzato dal Sistema Bibliotecario Seriate Laghi in collaborazione con Libreria SpazioTerzoMondo – Seriate, con il contributo di Fondazione della Comunità Bergamasca ONLUS, Sistema Culturale Integrato della Bassa Pianura Bergamasca, Comune di Bergamo - Assessorato alla Pace e Assessorato alla Sicurezza e i Comuni aderenti; sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura; con il patrocinio dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Main sponsor: Meccanotecnica-Book Finishing Solutions; Sponsor: LVF - Valve Solutions, MMN - Magnetic Media Network, Montello SPA, Sorint Lab, Vanoncini Spa. Partner Tv: BergamoTv. Sponsor tecnici: Leggere e Viaggi Voltaire. Legami: Csi - Centro Sportivo Italiano.

Il Festival è manifestazione unica nel suo genere in Italia, che si è ritagliata un ruolo importante nel panorama culturale bergamasco, riuscendo anche a farsi conoscere e apprezzare fuori dai propri confini, proponendo ed esportando spettacoli originali, molto spessi creati appositamente per la kermesse, in cui i protagonisti sono i libri selezionati con cura dal direttore artistico Giorgio Personelli, sulla base di qualità, importanza ed anche anniversari o fatti dell’attualità. Scelte sempre premiate dal pubblico, composto da molti affezionati e da una buona dose di “new entry” (nelle passate edizioni in presenza, si è registrata la media di 300 spettatori a serata), che apprezza la capacità del festival di proporre un’offerta di pregio capace di rendersi comprensibile a tutti.

Così, anche quest’anno, sarà possibile godere di un’offerta variegata: capolavori e testi meno noti di autori celebri, grandi classici o contemporanei, tutti da (ri)scorprire, tratti dalla produzione italiana e internazionale.

Tra i titoli di questa edizione spicca «Alla ricerca del tempo perduto» di Marcel Proust. Un libro a settimana (venerdì 9, 16, 23, 30 settembre, 7 e 21 ottobre e giovedì 13 ottobre) con gli attori della compagnia Atir di Milano (Arianna Scommegna, Marika Pensa, Matilde Facheris, Chiara Stoppa, Virginia Zini, Maria Pilar Perez Aspa, Sandra Zoccolan, Stefano Orlandi) che daranno voce a tutti i sette volumi che compongono l’opera narrativa.

Una riduzione dell’opera di Proust è una sfida che Fiato ai Libri con coraggio e audacia propone per dare l’opportunità a tutti - a chi vorrebbe leggere l’opera, ma si sente impreparato e magari anche spaventato; a chi dice di averla letta tutta, ma chissà se è davvero riuscito… - di ascoltare, assaporare, apprezzare uno dei capolavori della letteratura europea e mondiale.

«Quest’anno, 2022, a cent’anni dalla morte di Marcel Proust, potevamo non celebrare l’opera probabilmente più ambiziosa, citata e meno letta della letteratura mondiale (quella europea, per lo meno)? - afferma il direttore artistico Giorgio Personelli -. Quella “Ricerca del tempo perduto” che tanto timore reverenziale suscita in moltissime persone? Ma certo che no. Ma non vogliamo spaventare nessuno: perché non dimentichiamo mai il carattere “pop” del Festival, il suo approccio “democratico”, divulgativo, la costante ricerca di un linguaggio comprensibile da tutti. E quindi abbiamo affidato i libri della Recherche agli attori della compagnia Atir perché sappiamo bene quanto siano bravi nel portare testi classici a pubblici eterogenei, compositi, tra gli altri, da persone non avvezze ad un linguaggio troppo aulico. Insomma, per capirci, cercheremo di proporre un Proust comprensibile, accattivante addirittura con un duplice obiettivo: far conoscere la storia a tutto il pubblico che ci seguirà, in modo tale che alla fine di Fiato ai libri i nostri spettatori saranno edotti circa l’opera di Proust, per lo meno nelle linee essenziali, ed in secondo luogo auspicando che a qualcuno venga pure la voglia di leggerla tutta questa opera maestra. Beh, sarebbe un grandissimo risultato!».

Il commento di Antonella Gotti, Presidente del Sistema Bibliotecario Seriate Laghi.

«La rassegna parte da Seriate e il filo conduttore dell’anno potrebbe essere il tempo, vista l’impresa immane che sarà portata a termine: la lettura delle parti salienti di tutti i sette volumi di «Alla ricerca del tempo perduto» di Marcel Proust. A questa operazione si sommano le altre proposte che pescano da importanti titoli della produzione letteraria, dai classici ai contemporanei, e rivolgono uno sguardo di attenzione anche verso i ragazzi. C’è il tempo della letteratura, che ci permette di vivere sulla soglia tra la realtà e l’infinito di mondi possibili. Questo è il tempo di varcarla per riconoscere parole note e conoscerne di ignote, per arricchirsi di nuove armonie musicali ed energie, grazie alla bellezza racchiusa nelle storie, alle quali è tempo di dare respiro».

Altri libri che saranno proposti sono legati ad anniversari :

- Io Emanuela - Agente della scorta di Paolo Borsellino di Annalisa Strada, a 30 anni dalla strage di via D’Amelio (Aprirà il festival giovedì 8 settembre alle 21 al cineteatro Gavazzeni di Seriate);

- Sulla strada di Jack Kerouac in occasione del centenario della nascita dello scrittore americano (domenica 9 ottobre alle 15 e alle 17 alla casa circondariale di Bergamo);

M. Il figlio del secolo di Antonio Scurati per ricordare i cent’anni della marcia su Roma e la salita al potere di Mussolini (venerdì 14 ottobre a Villongo);

La banda dei brocchi di Jonathan Coe, ambientato nel Regno Unito negli anni ’70, in un’epoca di grandi cambiamenti sociali ed economici, che vide anche la nascita della cultura e musica punk. Quest’anno ricorrono i 20 anni della morte di Joe Strummer dei Clash e la lettura vedrà la partecipazione dei Moostroo, noto gruppo post-punk nativo bergamasco (sabato 22 ottobre a Gorlago).

Blondie, romanzo di Joyce Carol Oates, per i sessant’anni della morte di Marilyn Monroe. In scena l’attrice Lucilla Giagnoni, che nel suo repertorio ha già incontrato e affrontato la stella di Hollywood con lo spettacolo “A Marilyn” (sabato 15 ottobre a Sovere);

Notturno indiano di Antonio Tabucchi per celebrare i dieci anni della morte dello scrittore pisano (sabato 10 settembre a Predore).

Tra le altre proposte in calendario:

- per ricordare Franco Battiato sarà letto I beati anni del castigo di Fleur Jaeggy, che fu una delle paroliere del cantautore e compositore siciliano (sabato 1 ottobre a Palosco);

- Santa Barbara dei Fulmini di Jorge Amado, una lettura che si unirà ad una raccolta fondi per sostenere la ricostruzione della favela “Baixada Fluminense” di Rio de Janeiro, colpita da una terribile alluvione, con l’aiuto dei volontari della Rete Radié Resch (sabato 24 settembre a Torre de’ Roveri, in scena Titino e Annalisa Carrara e Giorgia Antonelli);

- Furore di John Steinbeck, considerato il capolavoro dello scrittore statunitense, premio Nobel per la Letteratura nel 1962 (domenica 18 settembre a San Paolo d’Argon).

E poi L’avvelenatrice di Éric-Emmanuel Schmitt, tratto dalla raccolta di racconti “Concerto in memoria di un angelo” con l’interpretazione di Maria Paiato (sabato 17 settembre a Trescore Balneario) e, per la rassegna Junior, tre grandi classici come Peter e Wendy di James Matthew Barrie, Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren e Cion Cion Blu di Pinin Carpi (rispettivamente: domenica 11 settembre a Cenate Sopra, domenica 18 settembre a Montello, domenica 2 ottobre a Trescore Balneario).

Tra le proposte per i più piccoli, ci sarà anche un pomeriggio in compagnia di Lorenzo Baglioni, autore di libri e cantautore, che portò il brano “il congiuntivo” al Festival di Sanremo 2018 nella categoria Nuove Proposte, classificandosi quarto (domenica 25 settembre a Torre de’ Roveri).

Ospiti

Come di consueto, importanti voci del panorama teatrale italiano saliranno sul palco del festival: Maria Paiato, Lucilla Giagnoni, Titino e Annalisa Carrara con Giorgia Antonelli, Ferruccio Filipazzi, Maurizio Salvalaio, Laura Mantovi, le attrici e gli attori della compagnia Atir di Milano tra cui Arianna Scommegna, Maria Pilar Perez Aspa e Matilde Facheris.

Tra gli ospiti, oltre i già citati Lorenzo Baglioni e la band Moostroo, anche Barbascura X, uno dei più noti divulgatori scientifici del web (giovedì 6 ottobre a Mornico al Serio). Come già successo in passato, in questo incontro l’ospite parlerà dei libri significativi nella sua vita: “Una sorta di biografia fatta attraverso i libri - spiega Personelli -, un evento che per Fiato ai libri è l’ennesimo tentativo di andare oltre i normali steccati della promozione della lettura, cercando nuovo pubblico al quale far conoscere il Festival”.

Luoghi

Da sempre, una caratteristica di Fiato ai Libri è il legame con il territorio che si traduce nell’accoglienza delle date del festival in scenari particolarmente significativi per vari aspetti: storico, artistico, naturalistico, sociale. I libri e le letture raggiungeranno piazze, auditorium, teatri, parchi, centri civici ed anche il castello Giovanelli di Luzzana, l’Oasi WWF di Valpredina, l’abbazia di San Paolo d’Argon, la cascina castello a Mornico al Serio (che Ermanno Olmi scelse per il suo capolavoro “L’albero degli zoccoli”), il parco storico Le Stanze di Trescore Balneario, la casa circondariale di Bergamo e l’azienda Meccanotecnica Srl (che ospiterà due spettacoli e permetterà, agli spettatori che vorranno, di vedere in funzione le macchine per la produzione industriale di libri, esportate in tutto il mondo).

Csi

Lettura e sport non sono mondi separati. Fiato ai Libri si impegna da sempre a promuovere tra i giovani il messaggio che cultura e sport si possono integrare in modo proficuo, che si può essere persone che praticano attività sportiva e appassionati di sport e al tempo stesso persone che leggono, si informano, approfondiscono: tutto concorre alla formazione di giovani e futuri adulti a tutto tondo, cittadini completi.

Dopo il progetto di promozione alla lettura Champions Read che ha visto la collaborazione tra le biblioteche bergamasche e il CSI di Bergamo, ecco che il lavoro insieme continua e per Fiato ai Libri nascono tre video da 1 minuto: una decina di atleti dello Sporting Club Alzano, specialisti in staffetta, lancio del peso e salto in alto, hanno prestato i loro muscoli e il loro volto per creare spot registrati allo stadio Carillo Pesenti Pigna di Alzano Lombardo, che uniscono sport e libri e che si potranno vedere dal 21 agosto sui canali social del Festival e del CSI di Bergamo.

«Siamo molto contenti di questa collaborazione - commenta Giorgio Personelli -. E’ un’idea che si inserisce sempre nella scia di far conoscere al maggior numero possibile di persone, in particolare ai giovani, il nostro festival. Cerchiamo di trasmettere il messaggio che sport e cultura non sono ambiti distinti, separati, esclusivi, ma possono coesistere e si contaminano nel creare cittadini del mondo completi».

Televisione

Per il terzo anno consecutivo, le telecamere di Bergamo Tv seguiranno il festival per riprende due spettacoli che saranno poi trasmessi a gennaio sulla propria rete: Furore di John Steinbeck (18 settembre all’abbazia di San Paolo d’Argon con Sandra Zoccolan) e Santa Barbara dei Fulmini di Jorge Amado (24 settembre in Meccanotecnica Spa a Torre de’ Roveri). Ad anticipare la messa in onda dello spettacolo, tornerà il format “Aspettando Fiato ai libri” che introdurrà la lettura nei giorni precedenti attraverso informazioni riguardo la storia del libro, l’autore, l’interprete…

Oltre ad aver avuto successo, “Portare Fiato ai libri sul piccolo schermo è stata un’iniziativa che ha permesso a decine di migliaia di persone di conoscerci, ma soprattutto di apprezzare la meraviglia dei libri e delle storie” ha detto il direttore artistico.

Tessera fedelta’ e viaggio

Anche in questa edizione non mancherà la tessera fedeltà. Ogni volta che si partecipa ad uno spettacolo di Fiato ai Libri (sia adulti sia ragazzi) bisognerà far apporre il timbro della biblioteca. Collezionando 8 timbri di 8 spettacoli diversi si può partecipare all’estrazione di 5 buoni da 100 euro in libri, che si potranno scegliere e ritirare alla libreria SpazioTerzoMondo di Seriate. La data dell’estrazione sarà comunicata via Facebook. Per ragioni di budget sarà considerata valida 1 sola tessera per famiglia e non saranno rese valide più tessere di una stessa persona (regolamento completo sul sito di Fiato ai Libri).

Novità di questa edizione è la possibilità di vincere un viaggio in Normandia. L’opportunità è legata alla partecipazione alle letture della Ricerca del tempo perduto (info e regolamento sul sito www.fiatoailibri.it o nei programmi cartacei del festival).

Per partecipare al festival

Gli spettacoli sono sempre gratuiti e con ingresso libero. Per l’appuntamento del 6 ottobre a Mornico al Serio con ospite Barbascura X è obbligatoria la prenotazione sul sito www.fiatoailibri.it a partire da lunedì 26 settembre. Per l’appuntamento del 9 ottobre nella casa circondariale di Bergamo (doppia replica alle 15 e alle 17) è necessario iscriversi entro l’1 ottobre sul sito di Fiato ai Libri.Tutti gli spettacoli saranno all’aperto con un’alternativa al chiuso in caso di maltempo.Gli appuntamenti per gli adulti inizieranno alle 21, per i ragazzi e i bambini cominceranno alle 17.La lettura nella casa circondariale sarà proposta alle 15 e alle 17.

Informazioni per il pubblico: www.fiatoailibri.it – pagina Facebook, Instagram e Youtube

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Documenti allegati
Eco di Bergamo fiato ai libri programma