Curno, maresciallo in borghese nota i guanti e scopre i ladri

Curno, maresciallo in borghese
nota i guanti e scopre i ladri

Il carabiniere fuori servizio incrocia un’auto con sconosciuti: collega il loro abbigliamento a un furto e chiama rinforzi. Tre fuggono, uno bloccato.

Era fuori servizio e diretto una cena con la famiglia, giovedì 7 dicembre poco prima delle 20, ma non ci ha pensato due volte: nel giro di pochi attimi ha collegato la segnalazione ricevuta di un furto in abitazione a Curno, in via Turani, alla coppia di sconosciuti appena incrociati in via Buelli. Ad attirare la sua attenzione e a convincere il maresciallo vice comandante della stazione di Curno a invertire la marcia della propria auto chiedendo al tempo stesso rinforzi, un dettaglio appena intravisto: i due indossavano guanti da meccanico, del tutto fuori luogo.

Alla fine i fatti gli hanno dato ragione: i due infatti, insieme ad altri due complici, si trovavano a Curno su un’auto Volkswagen Golf rubata il 20 ottobre a Rho e all’interno avevano parecchi arnesi da scasso e alcuni orologi di gran valore, su cui sono in corso accertamenti: uno dei quattro è stato bloccato ed è finito in manette, gli altri invece sono riusciti a dileguarsi.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 10 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA