Sabato don Glauco sarà prete Gioia a Stezzano per il sacerdote novello
Don Glauco Grazioli e, di spalle, il vescovo, monsignor Francesco Beschi

Sabato don Glauco sarà prete
Gioia a Stezzano per il sacerdote novello

Il paese che gli ha dato i natali e dove ancora vive la famiglia lo accoglie in festa. L’ordinazione sarà trasmessa in diretta, sabato 25 maggio, da «Bergamo Tv» e dal sito de «L’Eco di Bergamo» (inizio alle 16,55).

«Ricordo volentieri la provocazione di monsignor Silvano Ghilardi, allora padre spirituale di Teologia, che mi mise in crisi. Avevo costruito la mia vocazione su un altruistico “Divento prete per voler bene agli altri”. Invece, il Signore mi chiamava non perché avesse bisogno di un volonteroso servitore. Mi aveva chiamato “per il mio bene”. È questa la via che realizza il “di più” d’amore a cui sono chiamato». Alla vigilia dell’ordinazione sacerdotale (che sarà trasmessa domani in diretta, sabato 25 maggio, da «Bergamo Tv», canale 17, e dal sito de «L’Eco di Bergamo», www.ecodibergamo.it con inizio alle 16,55), don Glauco Grazioli, 29 anni, affida le sue riflessioni alle pagine di «Alere», il periodico del Seminario. Sarà ordinato alle 17 dal vescovo Francesco Beschi, durante una solenne Concelebrazione eucaristica in Cattedrale. Nativo di Stezzano, dove vive la famiglia, composta dal padre, dalla madre e dalla sorella, dopo il diploma in Ragioneria è entrato nella Scuola vocazioni giovanili, per passare poi in Teologia. Negli ultimi quattro anni ha prestato servizio nell’oratorio del Seminarino, a cui fanno riferimento le parrocchie dell’unità pastorale di Città Alta.

Don Glauco Grazioli con Papa Francesco

Don Glauco Grazioli con Papa Francesco

Ora tutto è pronto a Stezzano per accogliere un suo figlio diventato prete. «A distanza di due anni — racconta il parroco, don Mauro Arizzi — la nostra comunità rinnova la grande gioia e la grande grazia di un sacerdote novello. Da mesi ci stiamo preparando all’evento e il paese è tappezzato di ben 18.000 fiori in plastica colorati. Anche il curato e i giovani sono coinvolti in diversi momenti. A lui faremo un regalo comunitario, cioè un buono casa per la sua prossima destinazione». Don Grazioli sarà accolto sabato alle 20 in oratorio, quindi momento di preghiera in chiesa parrocchiale e festa aperta a tutti in oratorio. Domenica alle 10,30 la sua prima Messa. Alle 16 taglio della torta nel giardino del santuario, dove alle 17,30 don Grazioli celebrerà la Messa di ringraziamento. Alle 21, in sala Eden, a cura dei giovani, spettacolo in suo onore intitolato «In alto mare. Odissea nelle scelte».


Leggi tutto l’articolo di Carmelo Epis acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di venerdì 24 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA