Ospedale di Seriate, le foto dopo il rogo Pronto soccorso ancora chiuso
Dentro la zona dell’ospedale colpita dalle fiamme, nel pronto soccorso di Seriate (Foto by (Foto Bedolis))

Ospedale di Seriate, le foto dopo il rogo
Pronto soccorso ancora chiuso

Mercoledì 13 marzo resta chiuso il Pronto soccorso dell’ospedale Bolognini Seriate dopo l’incendio di martedì. Ancora non si sa se la struttura riaprirà nella giornata: è possibile che rientri in funzioni in serata ma ancora non è confermato.

Il Pronto soccorso nella migliore delle ipotesi potrebbe riaprire nel tardo pomeriggio o in serata. La notizia non è ancora confermata mentre proseguono gli accertamenti alla struttura dopo la chiusura causata da un incendio scoppiato intorno alle 17,30 di martedì in un locale deposito al primo piano della palazzina del pronto soccorso. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco con tre squadre da Bergamo e Dalmine. Sul posto sono interventi anche i carabinieri di Seriate. Il rogo, le cui cause sono ancora in corso di accertamento, è stato spento dopo un paio di ore. Il pronto soccorso è stato chiuso per tutta la notte e ancora non è agibile.

«Sono in corso le valutazioni dei vigili del fuoco – afferma il direttore generale dell’Asst Bergamo Est Francesco Locati – e siamo in attesa di ripristinare i locali al più presto. L’incendio è scaturito da un’area esterna alla degenza e fortunatamente non ci sono stati feriti. Importante anche l’intervento delle nostre squadre di sicurezza interne».

L’ospedale Bolognini ha allertato la Croce Verde di Albino, attraverso l’utilizzo di 6 ambulanze di rianimazione, per il trasporto dei pazienti, finché il pronto soccorso resterà chiuso, in altri ospedali della provincia. Confermata invece l’apertura a Seriate del pronto soccorso ostetrico e ginecologico, che mai è stato chiuso dopo il rogo.

Dalle prime ore della mattina di mercoledì sono in corso tutte le riunioni del caso tra la direzione dell’ospedale e i vigili del fuoco e agenzie esterne per verificare quando sarà possibile riaprire la struttura attualmente ancora non agibile. Al centro dell’attenzione, la qualità dell’aria e l’agibilità della struttura, seguendo le procedure previste in caso di incendio in struttura sanitaria.

I pazienti in arrivo a Seriate al momento vengono indirizzati in altri ospedali: attivato un settore per l’accoglienza di pazienti critici per la loro valutazione, il primo trattamento e il successivo smistamento verso altri ospedali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA