Treviolo-Paladina, il cantiere riparte «Intesa trovata, entro il 2021 si apre»

Treviolo-Paladina, il cantiere riparte
«Intesa trovata, entro il 2021 si apre»

La Provincia annuncia l’accordo: lunedì la presentazione in Consiglio. Dall’impresa nessun commento. Le riserve avanzate erano oltre 21 milioni: si chiude a 4,5, ma i maggiori costi non supererebbero il milione e mezzo.

Eppur si muove. C’è l’accordo per la ripresa dei lavori della Treviolo-Paladina, fermi da diversi mesi. E di fatto partiti molto piano, considerando che a dicembre scorso i lavori ammontavano più o meno al 20% di quanto si sarebbe dovuto fare. L’aveva ammesso la Vitali di Cisano, società che lo scorso 4 luglio avrebbe raggiunto «una possibile intesa per la risoluzione delle riserve» si legge in un comunicato della Provincia.

In sostanza «nessuna spesa ulteriore rispetto al quadro economico originariamente previsto dal progetto e nessuna modifica sostanziale del disegno, risultato migliorato e aggiornato rispetto alle valutazioni compiute nel 2012» spiegano da Via Tasso. Dalla Vitali, invece, nessun commento.


Leggi l’articolo di Dino Nickpalj acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 27 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA