Dj morto dopo la lite a Terno d’Isola L’autopsia mercoledì al «Papa Giovanni»
Maurizio Canavesi

Dj morto dopo la lite a Terno d’Isola
L’autopsia mercoledì al «Papa Giovanni»

Sarà effettuata mercoledì 29 maggio alle 9 all’ospedale «Papa Giovanni» l’autopsia sul corpo di Maurizio Canavesi, il dj di 33 anni di Terno d’Isola morto lo scorso 22 maggio dopo che un mese fa era stato accoltellato ripetutamente nell’androne di casa, al culmine di una lite.

Canavesi è morto nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale «Papa Giovanni» di Bergamo, dove era stato ricoverato in condizioni gravissime. Nei giorni scorsi era sembrato in via di miglioramento, invece martedì scorso, di notte, la sue condizioni sono precipitate.

In carcere per l’aggressione è finito un giovane di Stezzano, Sergio Ubbiali, artista di strada di 25 anni, fermato dai carabinieri 18 ore dopo il fatto e condotto in cella con l’accusa di tentato omicidio aggravato da futili motivi.

Tutto è successo il 23 aprile a Terno d’Isola in via Castegnate, alle 4,30 del mattino, al culmine di una lite scoppiata al rientro dalla Toscana, dove Canavesi, Ubbiali e altri amici aveva partecipato a un rave party. Il dj è stato colpito sulla rampa delle scale della casa dove abitava con i suoi genitori: dieci coltellate, una delle quali alla testa. Maurizio Canavesi, in condizioni gravissime, non è mai stato sentito dai carabinieri: non ha potuto spiegare con le sue parole quel che è successo quella notte con Sergio Ubbiali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA