Sabato 24 Maggio 2014

Più botox e laser in Italia

Cresce la medicina estetica

Gli italiani vanno meno dal chirurgo plastico ma la crisi non intacca il sogno di mantenersi giovani e la siringa - di filler per riempire le rughe o di botulino (che compie dieci anni di utilizzo in Italia) per spianarle - vince sul bisturi.

Se le operazioni chirurgiche complesse infatti sono calate del 30% negli ultimi 3 anni, i trattamenti più leggeri, meno vistosi e soprattutto meno costosi sono aumentati del 15% nello stesso periodo. Botulino e laser fra i più effettuati, cresce anche l’attenzione degli uomini per la cura della pelle. Lo sostengono gli specialisti della Società italiana di medicina estetica riuniti a Roma, da oggi al 25 maggio, in occasione del 35esimo congresso nazionale. In aumento i trattamenti estetici richiesti dagli uomini. «Una volta venivano in ambulatorio accompagnati dalle mogli e dalle fidanzate, oggi vengono da soli e chiedono soprattutto cure preventive e invisibili - spiega Emanuele Bartoletti, chirurgo plastico e Presidente del congresso di Roma - e sono grandi consumatori di cosmetici per la cura del viso e hanno capito l’importanza della prevenzione. Sono attenti alla prescrizione cosmetologica e scelgono prodotti a misura di pelle maschile, molto diversa da quella femminile. Sono anche più soggetti ai lividi quindi alcuni interventi di medicina estetica, praticati per le donne, non sono indicati per l’uomo, come la biostimolazione fatta con molti micro-aghi che lasciano segni sgradevoli».

Nella top 5 dei trattamenti più richiesti dal sesso forte spicca la tossina botulinica per eliminare le rughe della fronte e fra le sopracciglia. Dopo il botulino ci sono i fillers (riempitivi) per rimpolpare soprattutto l’area che dagli occhi scende verso il naso, la più soggetta ad uno svuotamento con gli anni; seguono l’eliminazione delle maniglie dell’amore e della pancia tramite liposuzione, cirolipolisi ed un sempre maggiore uso di laser e radiofrequenza. A seguire l’asportazione delle macchie dal viso con laser e luce pulsata e, infine, la depilazione della schiena e del petto con i laser. Al primo posto dei 5 principali crucci estetici delle donne italiane invece ci sono le rughe e la lassità del viso trattati con fillers che riempiono solchi e zigomi. Al secondo posto la tossina botulinica per spianare la fronte e le rughe intorno agli occhi.

Seguono la biostimolazione e la medicina rigenerativa ad effetto rassodante ma discreto e l’eliminazione delle macchie con i laser. Al quinto posto i trattamenti anticellulite o contro l’adipe circoscritto in alcune zone che si affrontano con laser, criolipolisi e radiofrequenza. La tossina botulinica è, complessivamente, il trattamento estetico più praticato. «Questo anno ricorrono 10 anni dall’autorizzazione nel nostro Paese per il trattamento delle rughe fra le sopracciglia. Il febbraio scorso è stata anche autorizzata per il trattamento delle piccole rughe intorno agli occhi - conclude Bartoletti - e possiamo affermare con certezza, che il botulino sia il trattamento più sicuro, naturalmente se praticato da medici esperti».

© riproduzione riservata