Sponsorizzato

Caro bollette per i comuni: la risposta è il Servizio Luce 4 Consip

Nel contesto attuale di crisi energetica, l’impatto del caro bollette è senza precedenti anche sui servizi pubblici, come, per esempio, l’illuminazione delle città, sempre più spesso lasciate al buio durante le ore notturne. Questo comporta non solo uno stravolgimento della vita e delle abitudini dei cittadini, ma rischia di rendere le città meno accoglienti, meno confortevoli e, soprattutto, meno sicure.

Caro bollette per i comuni: la risposta è il Servizio Luce 4 Consip

Lasciare al buio le città non è la soluzione, c’è un’alternativa molto semplice e virtuosa e che può portare immensi benefici ai Comuni in tempi rapidissimi. Si tratta dell’adesione alla Convenzione Consip Servizio Luce, uno straordinario strumento di efficienza giunto, oramai, alla sua quarta edizione. Meccanismo rodato, dunque, che consente alle amministrazioni, con una spesa che non supera quella storica e che spesso è molto al di sotto di essa, di ottenere al contempo risparmio energetico e impianti di illuminazione pubblica efficientati e riammodernati. Come se non bastasse, l’adesione alla Convenzione Consip permette un rapido avvio del servizio rispetto ad un appalto tradizionale anche perché non ci sono contenziosi di tipo amministrativo. Contenziosi che, spesso, posticipano di anni anche i progetti più virtuosi ed interessanti per la cittadinanza e che generano spese impreviste, legali o altro. In pochi mesi dalla richiesta di preventivo, gratuita e non vincolante, inviata con un semplice clic sulla piattaforma Consip Acquisti in Rete PA, l’Amministrazione può aderire e consolidare tutti i vantaggi che l’adesione a SL4 comporta.

Un servizio che dalla luce parte ma alla luce non si ferma: impianti semaforici, di video sorveglianza o smart city possono essere integrati alla pubblica illuminazione. Il tutto in base a un listino già fissato da Consip e senza necessità di procedure di gara lunghe e complesse. Incluse in tutti i servizi sono attività quali il call center, operativo tutti i giorni h24, il pronto intervento e l’energy management: il tutto per avere un servizio sempre al massimo dell’efficienza e il controllo di tutti gli aspetti gestionali. Ma i vantaggi non si fermano qui: il risparmio cresce anno dopo anno, secondo uno schema previsto da Consip e contrattualizzato all’atto dell’adesione.

Il Lotto 3 del Servizio Luce 4, al quale le Amministrazioni possono aderire fino al 30 luglio 2023, comprende i territori del Trentino Alto Adige e delle province lombarde di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Mantova e Sondrio, ed è stato aggiudicato alla ESCo City Green Light per erogare e gestire in queste zone i servizi di illuminazione pubblica. Como e Lecco sono tra le città in cui ha già preso avvio il servizio. Aderire è semplice: basta un clic e, gratuitamente e senza impegno, City Green Light, realizza, una proposta da confrontare con la spesa attualmente sostenuta dalla Città e con le aspettative dell’Amministrazione anche in termini di prestazioni e di risultati a medio – lungo termine. Con l’adesione alla proposta, in pochi mesi, verranno avviati i lavori di efficientamento degli impianti e attivati tutti i servizi previsti.

Richiedi maggiori informazioni >>

City Green Light è il principale operatore privato in Italia nel settore della Pubblica Illuminazione, partecipato da primari primari fondi di investimento specializzati in progetti di efficientamento energetico. Attualmente gestisce più di 700.000 punti luce in oltre 160 comuni italiani tra cui Genova, La Spezia, Reggio Emilia, Como, Lecco e Vicenza che hanno già deciso di aderire alla Convenzione Consip Servizio Luce 4. L’azienda punta all’innovazione e alla Green Economy proponendo solidi modelli di sviluppo per l’illuminazione pubblica e servizi smart collegati con lo scopo di accompagnare la Pubblica Amministrazione nella transizione energetica e digitale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA