Animadverte, moda e creatività Appuntamento al Salone del Mobile

Animadverte, moda e creatività
Appuntamento al Salone del Mobile

Laura Tolfo prosegue con il suo marchio e si aggiudica un premio tutto al femminile che parla d’innovazione e fantasia. E ora partecipa al Salone del Mobile.

Un progetto artigianale dove vincono italianità, sostenibilità e unicità. Nei mesi scorsi Animadverte, marchio nato da un’idea della bergamasca Laura Tolfo, ha ricevuto il premio «Itwiin 2015» per la creatività̀ dall’Associazione Italiana Donne Inventrici e Innovatrici: il brand è stato selezionato tra le migliori 40 start-up italiane da Unicredit Start Lab. Ma non solo, e il progetto - che punta su accessori in pelle naturale -è stata scelto dalla buyer Pupi Solari per il progetto «The Glamorous» in cui cinque designer emergenti sono stati rappresentati da cinque top-buyer alla fiera Mipel di Milano.

Un ottimo risultato per un’idea nata all’inizio del 2015 dalla mente di Laura Tolfo: «Animadverte è una parola antica, di origine latina, che significa “volgi l’animo, osserva” - spiega la giovane designer -. Il mio progetto nasce proprio dall’osservazione ammirata, attenta e curiosa, non solo delle abitudini e stili di vita contemporanei ma anche del patrimonio artigianale e manifatturiero che l’Italia possiede e attraverso cui è possibile realizzare una produzione davvero sostenibile». Da qui la valorizzazione di queste risorse attraverso un design attuale «in cui forma, materiale e funzione interagiscono per creare borse ed accessori pratici ma non ordinari, inaspettati pur nella loro essenzialità» continua Laura Tolfo.

sammy basso

sammy basso
(Foto by Fabiana Tinaglia)

Ogni dettaglio è studiato per rendere ogni pezzo versatile e duraturo, «per allungarne il ciclo di vita e per promuovere un consumo più attento e consapevole».spiega la designer.

Da qui tagli al vivo e cuciture in primo piano disegnano e modellano inusuali geometrie di borse che danno vita alla collezione che non può che chiamarsi «Poliedrica». Ogni accessorio è mutevole, cambia forma e dimensione, nella valorizzazione della sua pelle conciata al vegetale di origine toscana, frutto della più antica tecnica di lavorazione delle pelli che impiega tannini naturali provenienti dagli alberi e il lento scorrere del tempo, nel pieno rispetto dell’uomo e dell’ambiente.

Intanto al Salone del Mobile, dall’11 al 17 aprile Animadverte sarà «abbinata» ai filati naturali più pregiati delle creazioni di Massimo Alba. Appuntamento in via Brera 8, a Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA