Barbara si inventa stilista con «Beba» E con Chiara P. nasce «LeMatoke»
Barbara Cortinovis, tutti a Bergamo la conoscono come «Beba»

Barbara si inventa stilista con «Beba»
E con Chiara P. nasce «LeMatoke»

Un nuovo concept dedicato ai più piccoli e alle mamme. Con un’etichetta tutta orobica che si chiamerà «LeMatoke».

Esuberante e solare. In Borgo Santa Caterina la conoscono tutti e non poteva che scegliere questa strada antica per aprire un progetto che aveva in programma da qualche anno. Barbara Cortinovis, 40 anni di Bergamo, apre il prossimo mese «Beba», nuovo concept store al civico 86/b che si chiamerà come il soprannome della sua proprietaria, con un passato artistico, una passione per l’oggettistica e il mondo dei fiori (è di casa dal dirimpettaio «Oggetthi, laboratorio al civico 77). «Ma qui mi occuperò dei bambini e a quello delle mamme - spiega lei -, con marchi d’avanguardia, qualche idea originale per arredare la camera dei più piccoli e un look casual e divertente».

Un modello «LeMatoke»

Un modello «LeMatoke»

Tra i brand Tinycottons, Popupshop, Picnik Barcelona, Minorquines: «I bambini bisogna vestirli con allegria, senza prendersi troppo sul serio». Giocare con lo stile e la fantasia, tanto che Barbara si è inventata anche una nuova etichetta, chiedendo la collaborazione di Chiara Presciani, in arte «Chiara P.» che in via Quarenghi ha il suo laboratorio stilistico: «Insieme saremo “LeMatoke”, “le pazzerelle”, modificando dal dialetto bergamasco “matòch”- spiega -. Io terrò la linea bambino, Chiara il neonato, con stoffe in esclusiva disegnate da me. La produzione è nostra».

Abiti, pantaloni e bluse, con l’entusiasmo di una moda scanzonata e «a misura di piccoli», sottolinea «Beba», che vive con entusiasmo il progetto: «Ho voglia di scardinare qualche regola stilistica e raccontare un bambino spiritoso. Nei progetti c’è anche quello di fare ricerca e proporre sempre nuovi brand. E poi sono già d’accordo con etichette internazionali per nuove proposte sull’autunno/inverno». L’obiettivo? «Spero di sorprendere Bergamo. In fondo la moda è puro divertimento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA