Venerdì 19 Settembre 2014

Da Spirano a Pechino e Shangai
La Kabi punta su un nuovo marchio

Un abito del nuovo brand «Tiziana Pavoncelli»

Ha sfilato mercoledì a Milano con Andrea Incontri, griffe emergente prodotta e in licenza proprio a Spirano (lo stilista è anche direttore creativo di Tod’s Uomo), ma per la Kabi di Dietelmo Pavoncelli le novità non sono solo in passerella.

L’azienda da pochi mesi ha stretto un contratto con una società fashion cinese che opera sul territorio nel settore della moda per lanciare una nuova griffe di proprietà tutta orobica.

È nato infatti lo scorso maggio il marchio «Tiziana Pavoncelli», griffe di moda donna che sarà prodotto dalla Kabi con la consulenza stilistica di Tiziana Crociani, umbra e nota nel mondo fashion per essere stata amministratore delegato dell’azienda Studio Roscini, leader mondiale nel settore dei servizi di progettazione e produzione per illustri case di moda internazionali.

Da qui l’idea del nome del brand: «Tiziana per la stilista e Pavoncelli cognome della nostra famiglia» spiega Dietelmo Pavoncelli, alla guida con la moglie dell’azienda di Spirano che possiede, tra l’altro, anche il marchio di coprispalla «+Mini».

Per il nuovo marchio le sorti paiono quindi già segnate con una partenza molto florida sull’Oriente: «L’accordo siglato in Cina è molto vantaggioso anche perchè l’azienda con sede a Pechino si occupa di finanziare tutto il progetto: noi siamo i fornitori del marchio e della collezione» spiega Pavoncelli. Già la prossima primavera i negozi in allestimento saranno due, a Pechino e Shangai. Per la stagione invernale saliranno a cinque».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 19 settembre

© riproduzione riservata