Dai bottoni agli orecchini Vanessa gioca con Tondì

Dai bottoni agli orecchini
Vanessa gioca con Tondì

Stoffe colorate e il ricordo dei bottoni fatti a mano dalla nonna: nascono così orecchini e spille a tutto tondo

«Tondì nasce dalle voglia di condividere un progetto, da una passione: quella dei bottoni che la mia nonna faceva a mano». Dai bottoni, però, Vanessa Raso, 33 anni, si è inventata spille e orecchini, «che volevo semplici ed essenziali». Ecco Tondì, nome nato per gioco e per raccontare questo tondo divertimento che occupa tutto il tempo libero di questa giovane donna originaria di Vercurago: «Lavoro a Bergamo come commerciale in una agenzia di pubblicità: li realizzo nelle mie pause pranzo ma anche in famiglia, con mio marito».

Vanessa Raso

Vanessa Raso

Una condivisione di stoffe e colori, con i due figli piccoli abituati a giocherellare con tessuti rigati e a pois, fantasiose sete giapponesi. «Tondì è un progetto spensierato, un po’ come me». Con un obiettivo imprenditoriale, una sua rete in Facebook (Tondì, la pagina), negozi di appoggio e i market in giro per l’Italia. «Peculiarità sono le stoffe, con tanto di servizio di personalizzazione: un frammento di tessuto che arriva da un viaggio o da un vecchio abito, stoffe che sono ricordi e che rendo un bijoux unico». Anche lei ha i suoi Tondì preferiti: «Una coppia in vichy, i primi orecchini. Che non si scordano mai».


Fabiana Tinaglia Giornalista de L'Eco di Bergamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA