La Settimana della Moda è solidale Inviti all’asta per la sfilata di Cividini

La Settimana della Moda è solidale
Inviti all’asta per la sfilata di Cividini

La moda può essere solidale. Dal 22 al 27 febbraio a Milano va in scena la tanto fotografata, cliccata e ambita Settimana della Moda a cui parteciperà anche il brand bergamasco Cividini, di casa a Gorle.

In passerella la stagione autunno/inverno 2017-18 che Miriam e Piero Cividini hanno trasformato anche in un evento benefico, mettendo all’asta su Charity Stars due inviti per assistere allo show, in programma sabato 25 alle 16 in via Olona, all’interno del Museo della Scienza e della Tecnologia.

Base d’asta 100 euro, si può partecipare entro lunedì 20 cliccando su www.charitystars.com e andando sulla categoria «Fashion». «Supportiamo questa iniziativa con piacere perché questi momenti mediatici possano essere anche un contributo a sostegno azioni finalizzata al supporto azioni umanitarie – spiega Piero Cividini -. Un modo per essere partecipi di grandi progetti». Per la casa di moda di Gorle è il secondo anno su Charity Stars, start-up italiana che mette all’asta per beneficenza esperienze ed eventi con i personaggi famosi oppure oggetti di vip nazionali e internazionali seguendo lo slogan «Live a dream, make a change» (vivi un sogno, permetti un cambiamento, ndr). Chi si aggiudicherà i due posti godrà del gusto e dello stile raffinato di Cividini, casa di moda che da sempre abbina l’artigianalità alla ricerca.

Mood d’ispirazione della stagione che andrà in passerella il film «Il Dottor Zivago» di David Lean: il ricordo di quelle immagini che illustrarono in modo così preciso l’estetica della borghesia russa e nel contempo del popolo durante la rivoluzione, filtrate dalla visione contemporanea, hanno infatti influenzato la ricerca estetica della coppia bergamasca. Da qui tessuti morbidi e lussuosi, velluti stampati, lane pregiate e sete, che sono la trasposizione in chiave moderna del segno distintivo della borghesia, mentre i panni, le flanelle ed i velluti in tinta unita, retaggio delle classi lavoratrici, influenzano la scelta dei tessuti più basici.

Il denaro raccolto dall’asta di Cividini andrà a sostenere Operation Smile, realtà internazionale che si occupa di curare i bambini nati con malformazioni al volto, in particolare i labbri leporini e la palatoschisi. Cividini, tra l’altro, non è la prima volta che propone una “moda solidale”: oltre ad aver sempre messo all’asta due posti di una precedente sfilata, negli anni passati ha aderito a «Bags for Africa», progetto di beneficenza organizzato da Coopi che in questo caso metteva in vendita borse realizzate dalle maison della moda. Con Cividini, inoltre, anche altre case della moda, offrono due posti in prima fila nella kermesse milanese: tra Moschino, Byblos e Fay, anche Trussardi, in scena a Palazzo Serbelloni. Per dettagli info@charitystars.com oppure 02/49762138.

© RIPRODUZIONE RISERVATA