Proteggersi dal sole I miti da sfatare

Proteggersi dal sole
I miti da sfatare

La protezione solare non è un optional e soprattutto non si utilizza solo nei primi giorni di esposizione. Negli ultimi anni, la potenza dei raggi solari è aumentata, soprattutto per colpa dell’inquinamento che rende lo strato di atmosfera che ci separa dai raggi solari più sottile e perché riempie l’aria di sostanze nocive che peggiorano ancora di più l’effetto del sole sulla pelle.

Non si tratta solamente di rischi per un cancro alla pelle - che comunque sono minori se si utilizza una buona protezione - ma anche di più frequenti disturbi come eritemi, allergie ed eruzioni cutanee e odiose macchie scure che ci perseguitano anche d’inverno.

Come proteggersi e quali prodotti utilizzare? Ecco una serie di miti che va assolutamente sfatata:

1. Non vado in vacanza. Perché dovrei usare un solare?
Se pensate che il sole scotti solo al mare o in alta montagna, sbagliate di grosso.
Per evitare segni di invecchiamento precoce della pelle, eruzioni cutanee e capillari in vista, un buon prodotto di protezione solare va utilizzato. Addirittura tutto l’anno.
Se la vostra crema viso non contiene un fattore di protezione, adottate un filtro solare apposito, da applicare subito prima della base trucco o - se non usate fondotinta - proprio come base trucco. Io uso quello di Clarins e mi trovo benissimo, ma ce ne sono tanti altri, per ogni tasca. E se pensate che il filtro solare «appiccichi» e non faccia respirare la pelle, con i nuovi prodotti privi di olio resterete stupite!

2. Con la crema solare non mi abbronzo!
Sbagliato. Anzi, servirebbe già applicarla qualche giorno prima di partire. Esistono molti prodotti perfetti per ottenere un’abbronzatura tropicale. Anziché dimenticare la crema protettiva, iniziare a utilizzarne una specifica già prima di partire, circa 15 giorni prima, abbinandola a un’alimentazione ricca di frutta e verdura. Un esempio è la lozione abbronzante di Dermophisiologique. Non si tratta di autoabbronzanti, tranquille! Sono semplicemente lozioni che stimolano la melanina e per certi versi «avvisano» la pelle dell’arrivo del sole a breve distanza.

3. Dopo qualche giorno di esposizione, uso un fattore basso oppure smetto di usare la crema
Assolutamente no! La pelle, anche quando è abbronzata, va protetta. Pensate che anche le persone di colore si scottano e si devono proteggere dal sole! Il colore non ha nulla a che vedere con il pericolo dei raggi solari in termini di danni permanenti alla pelle. Ovviamente la protezione può essere diversa a seconda del fototipo. Se abbiamo capelli scuri e pelle mediamente chiara - fototipo 2 il più diffuso in Italia - bisogna usare sempre una protezione SPF30, anche negli ultimi giorni di esposizione!

4. La crema appiccica e non la sopporto. Dimentico di applicarla sulla schiena e mi scotto
Due problemi tipici. Per chi non ama la crema addosso - soprattutto bambini e uomini - ungersi non è sempre piacevole. Poi ci sono le persone che magari vanno in vacanza da sole oppure si godono un pomeriggio in piscina sprofondatii nella lettura. Applicarsi la crema sulla schiena da soli non è facile. Tranquilli. Per il primo problema vi consiglio una crema solare che sia anche molto idratante e piacevole. Tra le mie preferite, a basso budget, c’è Hawaiian Tropic per la serie Sun Silk, che unisce filtro solare a un fluido idratante e profumatissimo.
Per il secondo problema, la soluzione è optare per una delle nuove protezioni solari spray. Le bombolette erogano la protezione in ogni posizione e sono perfette per chi ama fare in fretta e non vuole massaggiare il prodotto. Ad esempio, consiglio quella di Roc

5. La crema solare basta e avanza.
Attenzione! Prima di tutto bisogna ricordare che il corpo si può scottare dappertutto. Spesso si dimentica di applicare la crema in posti molto poco «battuti» come le orecchie, il viso, i piedi oppure il cuoio capelluto.
Bisogna ricordarsi di munirsi di prodotti speciali: dalla crema viso con protezione più alta, a un buon prodotto - meglio se spray - per la protezione della cute e dei capelli. Infine, non dimentichiamoci un buon doposole da applicare dopo la doccia e magari una maschera rinfrescante e idratante per il viso. E siamo pronte a partire per le nostre vacanze protette e sicure!


© RIPRODUZIONE RISERVATA