Investito da un’auto a Treviglio
È grave, ma è ancora senza nome

È grave ma non è ancora stato identificato l’uomo che è stato investito domenica a Treviglio.

Investito da un’auto a Treviglio È grave, ma è ancora senza nome

«Me lo sono trovato davanti all’improvviso, ho sterzato a sinistra per evitarlo ma non ci sono riuscito». È sotto shock il conducente della Fiat Stilo: si tratta di un pensionato di 69 anni di Pandino, in provincia di Cremona.

Il ferito all’apparenza sembra un nordafricano sui 30 anni ma non aveva i documenti. I carabinieri di Caravaggio sperano di risalire al suo nome dai contatti sulla rubrica del cellulare, ritrovato sulla strada a qualche metro di distanza dal punto di impatto.

L’incidente si è verificato alle 18,25 sulla provinciale 472 che da Treviglio porta a Casirate, nel tratto denominato via Lodi. I coniugi stavano viaggiando in direzione di Treviglio: appena scesi dal cavalcavia sopra la Brebemi l’uomo è sbucato dal buio e ha attraversato la strada, in un punto in cui non c’è l’illuminazione e nemmeno le strisce pedonali, tre metri dopo la fine del guardrail.

© RIPRODUZIONE RISERVATA