Pizzini con scritto «Zingonia»
trovati nelle tasche degli immigrati

Pizzini, ovvero bigliettini tutti stropicciati, con scritto, tra l’altro la parola «Zingonia»: sono stati trovati in diverse occasioni nelle tasche di migranti approdati in Italia con i barconi e poi trasferiti nei centri di accoglienza.

Pizzini con scritto «Zingonia»     trovati nelle tasche degli immigrati

A segnalarlo il sindaco di Verdellino, Silvano Zanoli: potrebbe significare che quando questi migranti giungono in Italia, sanno già dove doversi recare. Un fenomeno noto e confermato anche dalle forze dell’ordine. C’è dunque dietro un’organizzazione che gestisce gli spostamenti dei migranti nella Penisola? Secondo il primo cittadino di Verdellino potrebbe essere proprio così.

Del resto durante le operazioni antidroga organizzate dai carabineri di Treviglio nella zona di Zingonia, e in particolare nell’area dei palazzi Anna e Athena (che ricadono sotto il territorio comunale di Ciserano), e nella zona di piazza Affari (che invece è di competenza territoriale di Verdellino), nel corso dei mesi è emersa la presenza di numerosi immigrati clandestini, molti dei quali giunti in Italia proprio sui barconi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA