«A Barcellona da tanti anni Ma con Mar mi sento catalano»

«A Barcellona da tanti anni
Ma con Mar
mi sento catalano»

Ha imparato a fare il pizzaiolo quando ha capito che nella vita avrebbe voluto viaggiare. «È un mestiere che ti apre molte porte» dice ricordando che ha sempre trovato un lavoro in Spagna grazie all’abilità nel fare le pizze. «Il mio scopo era viaggiare: sono partito, ho incontrato anche molte difficoltà, ma oggi Barcellona è casa grazie a Mar, la mia fidanzata. Ho scoperto quanto mi corrisponde la cultura catalana». Con Mar però prosegue il suo sogno
di esplorare il mondo.

«Quello che ho imparato in tutti questi anni fuori dall’Italia è che ognuno ha il proprio viaggio, sei solo tu e la tua avventura, e che le occasioni si creano strada facendo, ma che le tue occasioni saranno sempre e solo tue». A raccontarlo è Fabrizio Alborghetti, trentaduenne originario di Alzano Lombardo, che da 12 anni vive e lavora all’estero. «Sono partito nel settembre del 2008. La mia idea iniziale era quella di partire zaino in spalla, senza una meta precisa, e lasciarmi guidare dall’avventura. Poi, invece, poco prima che partissi, mi si è presentata l’opportunità di poter avere una base, una stanza, a Barcellona, da un amico dei miei genitori. Così ho colto l’occasione e mi sono trasferito lì, dove sono rimasto per due anni. Poi ho avuto un periodo in cui mi sono spostato molto. Sono stato a Maiorca, Valencia, Granada, Londra, Berlino e Tenerife. E poi sono tornato di nuovo a Barcellona, dove sono rimasto negli ultimi sei anni».

Avventure, quelle affrontate da Fabrizio, che sono nate dalle occasioni che ha saputo crearsi, molte delle quali le deve al lavoro che ha scelto di imparare in Italia: il pizzaiolo. «Da giovane ho svolto tanti lavori, elettricista, idraulico, serramentista, ma poi ho voluto imparare a fare le pizze perché la mia voglia di partire e fare esperienza all’estero era tanta e sapevo che essere un pizzaiolo avrebbe potuto aiutarmi a viaggiare. Quindi ho preso questa scelta lavorativa per assecondare anche la mia curiosità di conoscere il mondo, di partire all’avventura. Ed è stata una scelta che si è rivelata azzeccata, visto che per i primi 8 anni all’estero ho sempre fatto il pizzaiolo. Nella mia seconda esperienza a Barcellona, poi, ho lavorato anche come commerciale per un negozio italiano che vende macchinari per la ristorazione. Ora, invece, mi sono licenziato per partire all’avventura con Mar, la mia fidanzata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA