A Paranà c’è il «Kiosco Dea» Atalanta nel cuore dell’Argentina
Tiberio Vinante e il suo «Kiosco Dea» a Paranà in Argentina

A Paranà c’è il «Kiosco Dea»
Atalanta nel cuore dell’Argentina

Vetrina nerazzurra e la foto del Papu: la storia di Tiberio Vinante. Da Treviglio il 51enne è emigrato anni fa in Sudamerica. «Un amore che resiste anche dall’altra parte del mondo».

Quando si dice una scelta di vita. «A un certo punto – racconta Tiberio – ho deciso di mollare tutto e dare un senso completamente diverso alla mia esistenza. L’ho fatto per amore, l’ho fatto perché ne valeva la pena» . Tiberio Vinante è in maniche corte mentre discorre in videochiamata da Paranà, capoluogo della provincia di Entre Rìos (500 chilometri a nord di Buenos Aires). «Qui stiamo andando verso i mesi più caldi, perché il calendario procede al contrario rispetto all’Italia. Lì da voi conservo ancora affetti famigliari e amicizie, ottimi ricordi: grazie a Facebook tengo contatti con tutti». Il suo profilo è tutto un programma: la pagina si chiama «Un bergamasco in Argentina» e sotto il titolo campeggia la foto del Papu Gomez , come dire un argentino in Bergamasca. «L’Atalanta è sempre stata la mia passione più grande e non me la scordo neppure dall’altra parte del mondo. Anche perché qua è famosissima, grazie a Caniggia, Denis, Maxi Moralez e ora il Papu Gomez».

Con la famiglia

Con la famiglia

© RIPRODUZIONE RISERVATA