Da Villa d’Ogna alla Nuova Zelanda «Fabbrica addio, voglio viaggiare»
Alessia Colombo

Da Villa d’Ogna alla Nuova Zelanda
«Fabbrica addio, voglio viaggiare»

Alessia Colombo ha vissuto in Australia e Perù. «Cinque anni fa, a 21 anni, ho lasciato il lavoro da operaia. Vivo con 10 euro al giorno immersa nella cultura locale».

«La scuola non è mai stato il mio forte così, dopo aver ripetuto il secondo anno di Liceo socio psicopedagogico, a 18 anni, ho deciso di abbandonare la scuola e cercarmi un lavoro». Esordisce così, nel raccontare la sua storia, Alessia Colombo, 26enne di Villa d’Ogna, che dal 2015 ha iniziato a intraprendere viaggi e attualmente si trova in Nuova Zelanda.

«Ho trovato impiego – racconta la giovane – in una fabbrica di elettromeccanica a Ponte Selva, vicino casa: lì ho passato gli ultimi tre anni in Italia prima di iniziare a viaggiare. Questo mi ha permesso di mettere via abbastanza soldi per pensare di fare un viaggio: non pensavo a una semplice vacanza ma progettavo qualcosa di grande, molto più grande. Ho trascorso i primi 21 anni della mia vita a Villa d’Ogna, un piccolo paesino di poco meno di 2000 abitanti disperso tra le montagne della Val Seriana, a poco più di 30 chilometri da Bergamo. Per me non c’è posto migliore al mondo, ma, nonostante questo, a quell’età mi stava molto stretto. Tutto mi stava stretto. Credo che i tre anni di fabbrica abbiano reso tutto molto più intenso. Mi sono resa conto che la vita non poteva essere “tutta lì”. Ci ero entrata a 18 anni e non era mia intenzione uscirci alla pensione. Così ho deciso di prendere in mano la mia vita e farne qualcosa di bello, qualcosa che mi avrebbe cambiata e aperto la mentalità, qualcosa che un giorno mi avrebbe fatto sorridere e commuovere al solo ricordo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA