«Londra premia ancora il talento»

«Londra premia
ancora il talento»

Perché Londra? Per la musica, la cultura e le opportunità di lavoro». Tiziano Pilustri, 34 anni, originario di Azzano San Paolo, sintetizza così i motivi che lo hanno portato a vivere nella capitale inglese dal 2011. «In realtà – specifica Rossana Piazzini, 30 anni, originaria di Alzano Lombardo e compagna di Tiziano –, nei nostri piani, avremmo dovuto stare qui un anno e poi spostarci in Australia, ma da quando siamo arrivati, ormai 8 anni fa, non ce ne siamo più andati». I due si sono conosciuti a un concerto dei Verdena, nel lontano 2008, e, quando hanno iniziato a frequentarsi nei mesi successivi, lei ha pensato «sceglie me» e lui «tu e me - wow», proprio come canterebbe Alberto Ferrari. Poi, dopo essersi laureati entrambi in design della comunicazione al Politecnico di Milano (Tiziano nel 2006 e Rossana nel 2010), hanno deciso di trasferirsi all’estero.

«Avevamo vagliato diversi posti in cui trasferirci – racconta Tiziano – ma Londra ci è sembrato il più adatto, per via dell’inglese che già conoscevamo, per la non troppa lontananza da casa e, soprattutto per me, per la musica. Uno dei motivi che mi ha spinto a partire è stato proprio la musica. Quando vivevo in Italia, per 6 anni, ho suonato negli Hypnotic Hysteria, una band che si era fatta un certo nome nella Bergamasca, e volevo provare a suonare a Londra. Poi conoscevo già la realtà lavorativa inglese nel mio settore, visto che grazie ai miei precedenti lavori italiani avevo avuto modo di collaborare con clienti londinesi». «Anche io avevo desiderio di cambiare – spiega Rossana –. Avevo bisogno di provare una realtà più grande di quella in cui vivevo e un’esperienza all’estero era quello che ci voleva. Così ad aprile 2011 siamo partiti insieme. Inoltre pensavo anche io che Londra potesse essere un buon posto per noi, dal punto di vista lavorativo, visto considerato che siamo due graphic designer e che qui è il luogo da cui parte tutto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA